ENDURO L’Italia vince la EJ in Marocco con Giacomo Redondi

ENDURO L’Italia vince la EJ in Marocco con Giacomo Redondi

Grande performance degli italiani nella prima del Mondiale enduro. Redondi leader della EJ, Martini sboccia nella E1 e Salvini si conferma nella E3

Commenta per primo!

Per la prima volta nella storia del Campionato del Mondo Enduro, il Marocco ed  il continente africano hanno ospitato un Gran Premio riservato all’off-road. Il percorso: 55 km da ripetersi tre volte e caratterizzato da passaggi impegnativi, pietraie, mulattiere, oued (vocabolo francese che identifica un torrente in secca e popolare tra i partecipanti ai rally africani), con tre differenti e tecniche prove speciali (estrema, enduro, cross) che hanno impegnato i migliori piloti per circa un’ora di prove cronometrate.

Salvini5Dopo un sabato da leoni, anche nella giornata di domenica Giacomo Redondi (Honda) ha confermato le proprie performance, aggiudicandosi la vittoria della EJ nella prova di apertura del Mondiale Enduro. Il pilota del Team Honda RedMoto ha dominato le due giornate di gara, dimostrato di possedere una marcia in più rispetto agli avversari. È risultato il migliore in assoluto in sei delle diciannove speciali disputate, terminando tutte le restanti sempre nelle prime cinque posizioni. Dietro di lui, in seconda posizione, si è confermato lo spagnolo Josep Garcia (Husqvarna) e il portoghese Diogo Ventura (Gas Gas). Settima posizione per Davide Soreca (Honda).

LE ALTRE CLASSI – Il finlandese Eero Remes (TM) si è riconfermato nella E1 davanti a uno spettacolare Gianluca Martini (Kawasaki) che, dopo aver chiuso quinto il sabato, la domenica ha concluso secondo. Una giornata tutta da incorniciare per il pilota del Team Lunigiana, coronata anche da un’incredibile sesta posizione nella EnduroGP, segno evidente che il ragazzo toscano ha tutti i numeri per puntare ancora più in alto. Terzo gradino del podio per l’inglese Nathan Watson (KTM).
Nella E2 vittoria per Matthew Phillips (Sherco) su Mathias Bellino (Husqvarna) e il nostro azzurro Alex Salvini (Beta), terzo a causa di una caduta.

Martini3MONNI OK –  La E3 è stata una sfida a tre tra Steve Holcombe (Beta), Antonine Basset (KTM) e Johnny Aubert, che hanno concluso nell’ordine. Buona quinta posizione per Manuel Monni (TM) e sesta per Thomas Oldrati (Husqvarna). Nella EY riconferma dell’italiano Mirko Spandre (KTM) in quarta posizione, alle spalle di Jean-Baptiste Nicolot (Yamaha), primo, Jack Edmondson (KTM), secondo, e Valerian Debaud, terzo. Nella neo-nata EnduroGP si è imposto Matthew Phillips davanti a Mathias Bellino. Molto bene gli italiani con Salvini quinto e Martini sesto.

Il prossimo appuntamento con l’enduro è questo fine settimana con il Gran Premio del Portogallo, a Gouveia.

In campionato:

EnduroGP: 1. Bellino, punti 37; 2. Phillips, 35; 3. Holcombe, 26; 4. Aubert, 24; 5. Basset, 17; 6. Remes, 15; 7. Larrieu, 14; 8. Watson, 12; 9. Dalvini, 11; 10. Martini, 10.
E1: 1. Remes, punti 40; 2. Watson, McCanney J. 30; 4. Martini, 28; 5. McCanney D., 21.
E2: 1. Bellino, Phillips, punti 37; 3. Salvini, 30; 4. Larrieu, 24; Robert, 23.
E3: 1. Holcombe punti, 37; 2. Aubert, 35; 3. Basset, 32; 4. Betriu, Monni, 24; 6. Oldrati, 20.
EJ: 1. Redondi, punti 40; 2. Garcia, 34; 3. Mirabet, 28; 4. Elowson, 23; 5. Ventura, 22.
EY: 1. Edmondos, Nicolot, punti 37; 3. Debaud, 30; 4. Spandre, 26.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy