CIV: i protagonisti italiani nell’Euro Velocità

CIV: i protagonisti italiani nell’Euro Velocità

di Redazione Corsedimoto

Con gli ottimi risultati arrivati dalla tedesca Wittenborn, sede del campionato europeo Minimoto e MiniGp, si chiude un week-end che evidenzia ancora una volta la qualità del vivaio azzurro impegnato sulle piste di tutta Europa in tutte le categorie riservate alla Velocità. In Germania in particolare, la nazionale italiana domina in tutte le classi grazie a gare tiratissime e conquista tutti i titoli continentali in palio.

Strapotere MiniGP

Nella MiniGp, spettacolo entusiasmante per la gara 3 della GP 50 con la linea di partenza completamente caratterizzata dai colori azzurri. A vincere, oggi, è stato il toscano Lorenzo Gabellini che ha tagliato per primo il traguardo seguito da Stefano Manzi e da Nicolò Bulega. Stesso ordine anche per il podio assoluto, che ha visto Gabellini vincere il titolo, seguito da Manzi e Bulega per un ein-plein tutto italiano. Nella GP 70, terza vittoria su tre round disputati nel week-end per Manuel Pagliani, che anche oggi ha tagliato per primo il traguardo seguito da Stefano Valtulini e da Gerstacker. Grazie a questo risultato, Pagliani si laurea campione europeo della classe GP70 seguito dall’altro azzurro Stefano Valtulini e da Gerstacker. A concludere la giornata è stata la gara 3 la classe GP 100, con un ottimo Livio Loi bravo a passare per primo sotto la bandiera a scacchi, seguito dall’olandese Bendsneyder. Terza posizione per Dario Piscitello. Anche per questa categoria, l’assoluta è identica all’ordine di arrivo di oggi, con Livio Loi campione europeo davanti a Bo Bendsneyder e a Dario Piscitello.

Dominio Minimoto

Campione europeo 2010 della classe Junior A si è laureato Bruno Ieraci. “Valequarantasei” ha dimostrato ancora una volta il suo potenziale, mettendo il sigillo su questo Europeo corso sempre da protagonista, grazie al secondo posto centrato in Gara 3. Nicolò Bianucci ha fatto suo, invece il titolo della Junior B dopo una serratissima lotta con Alain De Pascali: in Gara 3 Alain vince e convince ma non basta perché Nicolò con il terzo posto si aggiudica il campionato. Nella classe Open 40, grazie ad un’esemplare gara 3, Vincenzo Giorgianni vince e si aggiudica l’ambito trofeo, dopo un contatto che compromette la gara di Niko Barani e Simone Mazzola. Chiude in seconda posizione un veloce e costante Pisano. Spettacolare e piena di colpi di scena la terza gara della Open 50: Davide Biagiarelli si aggiudica il titolo grazie ad una meritata vittoria mentre da segnalare il duello per la seconda posizione, con D’Angelo che ha la meglio su Luigi Orioli, che chiude in terza piazza. Il prossimo appuntamento con i giovani talenti italiani delle minimoto è fissato per il 29 agosto, quando sulla “Pista del Sole” si correrà la prima delle quattro finali che il 17 ottobre a Pomposa incoroneranno i campioni del 2010. Come per l’evento europeo, anche per il tricolore il sito civ.tv seguirà il week-end in tempo reale, attraverso commenti e cronache delle prove e delle gare.

Il CIV protagonista al mondiale

Soddisfazioni arrivano anche dal mondiale Supersport e dalla Superstock 1000 FIM Cup, categorie in cui i piloti solitamente impegnati nel CIV stanno ben figurando. Da segnalare le prestazioni del 19enne riminese Roberto Tamburini, secondo nel tricolore Supersport e rivelazione delle ultime tappe iridate: dopo la top five conquistata a Misano, è stato protagonista anche questo fine settimana a Silverstone: la caduta rimediata in gara non cancella il quarto posto centrato al termine delle prove, che gli ha permesso di partire dalla prima fila davanti a molti piloti più esperti di lui, in sella alla Yamaha del Bike Service Racing Team.

Nella Coppa del Mondo Superstock 1000 è stata una domenica da ricordare per i colori azzurri, dato che Ayrton Badovini ha vinto con tre gare d’anticipo il titolo mondiale. Il 26enne piemontese, cresciuto agonisticamente nel CIV, ha conquistato la settima vittoria su sette round disputati in sella alla S1000RR del Team BMW Motorrad Italia, piegando la resistenza del francese Maxime Berger. Da notare, nella stessa categoria, la prestazione di Lorenzo Zanetti (secondo in campionato nella Stock 600 tricolore), stato autore di un’altra gara da incorniciare: dopo il secondo posto centrato al debutto nella categoria Brno, in terra inglese il 23enne bresciano ha sfiorato un altro podio, chiudendo in quarta posizione con la Ducati del Team SS Lazio Motorsport.

Protagonisti anche nell’Europeo

Importanti anche i risultati centrati nel campionato europeo Superstock 600, che a Silverstone ha visto altri due protagonisti del CIV sfiorare il podio di tappa. Il 20enne marchigiano Davide Fanelli (Honda – All Service Systme by QDP) e coetaneo di Benevento, Dino Lombardi (Yamaha – Martini Corse) hanno chiuso al quarto e al quinto posto a pochi decimi dal terzo classificato, il francese Guarnoni, replicando entrambi l’ottimo risultato ottenuto nella precedente tappa di Brno.

L’onda verde in Coppa Italia

A sottolineare l’ottimo momento di forma del vivaio azzurro, anche le prestazioni offerte oggi al Mugello in occasione della quinta tappa della Coppa Italia Velocità. Nella 125 Sp, a giocarsi la gara in terra toscana sono stati otto piloti under 20. Il più veloce di tutti, alla fine, è stato il ligure Christian Gamarino, che grazie ad una seconda parte di gara da campione navigato riesce a prendere il comando e a presentarsi con qualche metro di vantaggio all’ingresso dell’ultima curva. Gli altri ci provano fin sotto la bandiera a scacchi ma Gamarino resiste e porta la sua Aprilia alla seconda vittoria consecutiva dopo la bella prova di Vallelunga. Alle spalle di Gamarino si è piazzato il corregionale Luca Oppedisano (Aprilia) che grazie a questo risultato mantiene la testa della classifica generale mentre al terzo posto ha chiuso il 15enne abruzzese Manuel Tatasciore, in sella all’Aprilia del Team RCGM 2B Team Corse. Il 12 settembre, a Vallelunga, saranno in tre a giocarsi la vittoria del titolo 2010: occhi puntati su Oppedisano, Gamarino e Tatasciore, racchiusi in 14 punti.

I giovani dominano anche i trofei inseriti nel calendario della Coppa Italia: il 18enne romano Davide Stirpe ha vinto la gara della Honda RS Trophy 125 mentre il 16enne calabrese Benito Tarantino ha avuto la meglio nel Kawasaki Junior Trophy 250. Vittorie anche per il 18enne capitolino Luca Fabrizio nel Trofeo Italia PreGp 125 e per il 17enne milanese Andrea Zanella nel Trofeo Moriwaki 250 4T. Zanella ha preceduto sul traguardo il 18enne Alessio Giordani e la 19enne Martina Fratoni.

I risultati di questo week-end sono la risposta concreta al luogo comune relativo alla scomparsa dei giovani talenti italiani“, dice il Coordinatore del Settore Velocità FMI Alfredo Mastropasqua, “oggi abbiamo vinto tutti i titoli europei della Minigp e della Minimoto e la Coppa Italia ha confermato giovani piloti velocissimi. Nelle ‘’ruote basse’’ stiamo seguendo direttamente un gruppo di 180 piloti dagli 8 ai 13 anni che accompagneremo nella crescita sportiva, dalle minimoto al CIV passando per Minigp e Coppa Italia. I giovani talenti non si costruiscono al mondiale, ma nelle categorie minori ed è quello che stiamo facendo lavorando in silenzio“.

Ufficio Stampa Campionato Italiano Velocità

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy