CEV Moto3: ciascun pilota non potrà correre più di 3 anni nel Mondiale Junior

CEV Moto3: ciascun pilota non potrà correre più di 3 anni nel Mondiale Junior

Nuova norma per il 2015

di Redazione Corsedimoto

Il passaggio da ‘Campionato Internazionale‘ a ‘Mondiale Junior‘ ufficialmente riconosciuto dalla FIM ha comportato una rivisitazione per quanto concerne il regolamento sportivo del CEV Moto3. Al fine di rappresentare, a tutti gli effetti, una sorta di ‘Campionato Juniores‘ rispetto al Mondiale di categoria, Dorna Sports e la Federazione Motociclistica Internazionale hanno apportato diversi cambiamenti rispetto al recente passato.

Se al via del ‘CEV Moto3 Junior World Championship’ saranno ammessi i piloti di almeno 14 anni, il limite d’età previsto è stato abbassato a 23 anni rispetto ai 28 della serie iridata. Nel CEV Moto3 correranno pertanto solo i giovanissimi da 14 a 23 anni d’età, con inoltre previsto un costante ‘ricambio generazionale’.

Tra le novità passate ‘sottotraccia’ della stagione 2015 figura una normativa specifica che permetterà, da oggi in avanti, a ciascun pilota di disputare non più di 3 stagioni (non necessariamente consecutive) nel FIM Moto3 Junior World Championship. Di fatto una riproposizione del regolamento in vigore, con tutte le (comprensibili) distinzioni del caso, nella Red Bull MotoGP Rookies Cup, volta a non permettere a piloti di comprovata esperienza di correre troppo a lungo nel CEV Moto3 a scapito dei più giovani.

La CEV Commission inoltre ritiene che l’aver disputato quattro o più gare nello stesso anno rappresenti per un pilota aver preso parte ad un’intera stagione, pertanto conteggiata nel numero di 3 consentite dal regolamento. Questa normativa, senza dubbio, comporterà qualche stravolgimento nei programmi dei giovani piloti che, se esordienti nel CEV a 14 anni, già a 17 sarebbero tagliati fuori dal proseguire la propria formazione tecnico-agonistica nel ‘Mondiale Junior’…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy