BSB: test a Knockhill per il team Crescent Suzuki

BSB: test a Knockhill per il team Crescent Suzuki

John Hopkins e Jon Kirkham con le GSX-R in Scozia

Per John Hopkins la mancata conoscenza dei tracciati in questo primo scorcio di campionato del BSB non sembra esser un problema insormontabile. Anzi, anche soltanto percorrendo qualche giro con una GSX-R stradale (Croft) o da passeggero con una supercar (Thruxton) è riuscito ben presto a scalare la classifica fino a conquistare podi e risultati importanti in gara. Certamente per “Hopper”, al momento l’unico rivale di Shane Byrne in campionato, un test in più non può che far bene, ed è per questo che il team Crescent Suzuki ha organizzato una sessione di prove a Knockhill, prossima tappa in calendario per il fine settimana del 17-19 giugno. Il pilota californiano ha scoperto un nuovo circuito provando anche nuove soluzioni di set-up per la propria Suzuki GSX-R 1000 vestita dei colori Samsung. “Nonostante la pioggia siamo riusciti a sfruttare un paio d’ore di pista asciutta“, spiega John Hopkins. “Per me è stato importante perchè ho scoperto un tracciato davvero particolare: è un circuito corto, ma divertente, c’è di tutti: curve veloci, lente, non è male. Nel tempo a disposizione siamo anche riusciti a provare una nuova forcella che ha dato gli esiti sperati: penso che abbiamo una buona base di partenza per guadagnare altri podium credits quando si verrà a correr qui tra pochi giorni“. Insieme a Hopkins ha girato a Knockhill Jon Kirkham, campione British Superstock 1000 in carica, vincitore di Gara 1 a Croft. L’esperto pilota britannico ha potuto perfezionare il feeling con la Suzuki, prospettando di lottare per le posizioni di vertice nell’appuntamento scozzese del calendario. “E’ stata una giornata di test produttiva“, afferma Kirkham. “La pioggia ha bagnato la pista per un pò, ma alla fine siamo riusciti a metter insieme diversi giri consecutivi su un buon passo. Abbiamo sfruttato questo test per provare tutto quello che non possiamo nei weekend di gara: ci voleva proprio perchè ho lasciato Knockhill soddisfatto e penso che sono vicino a confermarmi stabilmente nella top-6, il mio obiettivo stagionale“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy