BSB: nei test a Cadwell Park bene Byrne, Kiyonari e Brookes

BSB: nei test a Cadwell Park bene Byrne, Kiyonari e Brookes

Trio in testa, seguono Kawasaki e Motorpoint Yamaha

I principali top-team del British Superbike, fatta eccezione per il Swan Yamaha dominatore dei test a Cartagena con Tommy Hill e Michael Laverty, si sono ritrovati a Cadwell Park per due giorni di prove a meno di un mese dall’esordio stagionale del prossimo 25 aprile a Brands Hatch. Sui saliscendi del tracciato più spettacolare del Regno Unito non sono mancati all’appello Relentless Suzuki by TAS, MSS Colchester Kawasaki, Riders Motorcycles Ducati, Samsung Crescent Racing, Motorpoint Yamaha (all’esordio in pista per quest’anno) e HM Plant Honda. Proprio la squadra campione in carica ha comandato la classifica dei tempi, con Shane Byrne autore del miglior tempo in 1’27″2 lasciando a mezzo secondo il campione 2010 Ryuichi Kiyonari. I due piloti hanno potuto disporre di una Fireblade rinnovata grazie al lavoro della squadra diretta da Havier Beltran che ha risolto i problemi riscontrati a Cartagena, lavorando sul propulsore e sulla gestione elettronica. Shane Byrne è presto sceso sotto il muro dell’1’28” dimostrando un rapido adattamento con il tracciato di Cadwell Park dove mancava da ben tre anni. Buone sensazioni anche per Kiyonari, in crescita sul circuito “di casa” (risiede a 10 minuti dall’impianto), tornato proprio qui al successo lo scorso anno dando vita alla rincorsa al terzo titolo nel BSB. La coppia HM Plant Honda ha potuto disporre di due giorni di prove, mentre Joshua Brookes e tutto il Relentless Suzuki by TAS (presenti anche Alastair Seeley con la GSX-R 600 e Guy Martin con la 1000 per il Tourist Trophy) ha lavorato soltanto nell’inaugurale giornata di attività. L’australiano è stato il più veloce del Day 1 e, come si può vedere dall’immagine, “salta” benissimo al Mountain anche con la Suzuki dopo le spettacolari peripezie dello scorso anno con la Honda. Parlando sempre di Suzuki, il team Crescent ha portato in pista soltanto Jon Kirkham, mentre John Hopkins era in vacanza in California prima di tornare nel Vecchio Continente per disputare il round della MotoGP a Jerez come sostituto dell’infortunato Alvaro Bautista in Rizla Suzuki. Kirkham ha svolto prove comparative di messa a punto ed elettronica salvo poi incappare in una caduta al “Mountain” dove ha rimediato un brutto colpo al gomito destro. Il campione British Superstock 1000 in carica è riuscito a terminare i test con buone sensazioni migliorando oltretutto l’affiatamento con la GSX-R 1000. A Cadwell Park, poco prima della presentazione ufficiale a Derby, ha provato per la prima volta dallo scorso mese di dicembre il team Motorpoint Yamaha con Loris Baz all’esordio a Cadwell Park e James Westmoreland davvero molto veloce, in grado di spiccare un significativo 1’28″4 con la prima delle due Yamaha YZF R1 preparate da Rob McElnea. Su questi tempi anche Stuart Easton, pilota di punta MSS Colchester Kawasaki, anche se va detto che il pilota scozzese ha potuto disporre soltanto della nuova Ninja ZX-10R dotata di un propulsore “Superstock”, senza alcuno “step” di sviluppo rispetto alle precedenti prove di Cartagena e Portimao. Novità di elettronica per il team Rapid Solicitors Bathams Racing, meglio conosciuto come Riders Motorcycles, con le Ducati 1098R affidate a Michael Rutter e Martin Jessopp ora con l’elettronica ufficiale 2011. Da segnalare in pista per la giornata di mercoledì anche di Chris Vermeulen, presente a Cadwell Park per uno “shakedown” con la Kawasaki ufficiale giusto prima di tornare in gara nel mondiale Superbike a Donington.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy