BSB: futuro incerto nella serie per Michael Rutter

BSB: futuro incerto nella serie per Michael Rutter

Correrà nelle Road Races, incerta la presenza nel BSB

Commenta per primo!

A 42 anni compiuti, oltre 400 presenze in 20 anni di militanza nella categoria, resta tutto da scrivere il futuro di Michael Rutter nel British Superbike. Il pluri-vincitore della North West 200 e del Macau Motorcycle Grand Prix non è ancora sicuro se prenderà parte o meno alla stagione 2015 dopo un difficile 2014 vissuto con il Team IWR-Bathams BMW. “Lo scorso anno avevamo iniziato la stagione con la nuova BMW che è una moto senza dubbio competitiva“, ha spiegato Michael Rutter al ‘Shropshire Star‘. “Sfortunatamente la moto è stata completata in ritardo e, di fatto, ci siamo presentati al primo round senza test all’attivo: un bel dazio da pagare rispetto alla concorrenza. Abbiamo inoltre incontrato problemi nel preparare le due tipologie di moto per rispettare i regolamenti del British Superbike e delle Road Races. La squadra non ha retto il doppio-impegno: mentre noi affrontavamo la North West 200 ed il Tourist Trophy, gli altri team lavoravano nello sviluppo della moto. Per noi questo non era possibile, dovendo correre nelle road races con lo stesso personale e le medesime moto, seppur preparate secondo differenti regolamenti. Il Team IWR non aveva le potenzialità per affrontare un simile doppio impegno, certamente non ripeterò un’esperienza simile quest’anno. Ho ricevuto diverse proposte per correre nel BSB, ma finora le ho rifiutate: a meno che non si presenti un’offerta da una squadra davvero competitiva, non correrò nel British Superbike“. Di sicuro ‘The Blade‘ ha ancora voglia di correre. “Certamente, ma non per far numero. Ho parlato con il mio main sponsor Bathams e hanno deciso di sostenermi nuovamente. Inoltre la pensano alla mia stessa maniera: ho 42 anni, nel BSB dovrei confrontare con piloti di 20 anni d’età o giù di lì, l’unica possibilità per ben figurare è disporre di un pacchetto tecnico competitivo, altrimenti non avrebbe senso correre. Ci resta in ogni caso ancora del tempo per decidere. Ad oggi l’unica cosa certa è che correrò nuovamente alla North West 200 e TT, con BMW o Kawasaki, forse con Triumph tra le Supersport come già accaduto quest’anno. Spero anche di ripresentarmi al via del TT Zero dove, ne sono convinto, ho delle buone chance di ripetere i successi delle precedenti edizioni“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy