BSB Donington Park Gara 1: ancora Camier, out Guintoli al via

BSB Donington Park Gara 1: ancora Camier, out Guintoli al via

Clamoroso colpo di scena nel giro di formazione

Commenta per primo!

Adesso Leon Camier è davvero in fuga, grazie alla quarta vittoria consecutiva su cinque gare fin qui disputate, complice l’incredibile crash che ha visto protagonista Sylvain Guintoli con Joshua Brookes al giro di formazione di Gara 1 del British Superbike a Donington Park. Un contatto che ha del clamoroso e che rischia, stando alle prime informazioni, a risultare anche determinante per le sorti del campionato. Tutto è avvenuto al giro di allineamento in griglia (nemmeno il classico “warm up lap”), quando per un’incomprensione Guintoli e Brookes sono giunti al contatto alla staccata in discesa della “Melbourne”: ad averne la peggio è il pilota transalpino, il quale probabilmente non si presenterà al via nemmeno della seconda manche per un presunto infortunio alla caviglia destra. Con questo KO, e con il concomitante successo di Camier, lo svantaggio in campionato assume proporzioni bibliche dopo sole cinque manche disputate: 36 punti, un’enormità, una disfatta pensando che proprio l’ex MotoGP era risultato il più veloce nel Warm Up con grandi aspettative per le due gare.

In tutto questoo sorride Leon Camier, che si è dimostrato il pilota del momento in UK, vincendo, dominando una gara a senso unico, replicando in un certo senso quanto dimostrava lo scorso anno il suo ex compagno di squadra Shane Byrne con la Ducati. Partenza difficile (sesto al termine del primo giro), ma in grado nell’arco di tre giri (!) di infilare i piloti davanti a sè compreso James Ellison, finalmente piazzatosi nelle posizioni di vertice al secondo posto completando così una doppietta Airwaves che rende merito al lavoro del team GSE e di… Yamaha Motor Italia, che offre sviluppo e assistenza alla compagine britannica. D’altronde la YZF R1 di Camier ed Ellison è praticamente la stessa di Ben Spies nel campionato del mondo, e senza avversari “di livello” e con un Camier così in forma risulta facile arrivare a tripla cifra (113) nella classifica generale.

Tra gli altri protagonisti ancora convincente l’operato di Stuart Easton, capace nonostante le avversità di portare a casa un positivo terzo posto con la Honda del team Hydrex, squadra che con il proprio team principal Shaun Mir non può che allargare le braccia in segno di sconforto per i soliti errori di Karl Harris, solo sesto con anche un vistoso “dritto” alla chicane Fogarty. Davanti a “Bomber” hanno così chiuso Glen Richards, quarto e adesso vicinissimo alla seconda posizione di campionato (2 pt. da Guintoli), ed un ritrovato Chris Walker, quinto dopo aver regalato spettacolo in un duello d’altri tempi con Simon Andrews. Purtroppo per il pilota del team Colchester una caduta lo ha tolto di scena al nono passaggio al tornantino Goddard, consentendo così al compagno di squadra Julien Da Costa di raccogliere punti preziosi con il settimo posto nonostante evidenti problemi tecnici alla propria Ninja.

Nella top ten chiudono Ian Lowry (Suzuki Relentless), John Laverty (Kawasaki Buildbase) e Graeme Gowland (Yamaha Rob Mac), con il buon Gary Mason 12° risultando imbattuto nella classifica riservata alla Mirror.co.uk Cup con la privatissima Honda Fireblade (modello 2007!) del Quay Garage. Alle 16:30 ore locali il via alla seconda manche.

ViSK British Superbike Championship in association with Pirelli 2009
Donington Park, Classifica Gara 1

01- Leon Camier – Airwaves Yamaha – Yamaha YZF R1 – 20 giri in 30’45.324
02- James Ellison – Airwaves Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 3.644
03- Stuart Easton – Hydrex Honda – Honda CBR 1000RR – + 10.490
04- Glen Richards – HM Plant Honda – Honda CBR 1000RR – + 13.459
05- Chris Walker – Motorpoint/Henderson Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 15.146
06- Karl Harris – Hydrex Honda – Honda CBR 1000RR – + 15.865
07- Julien Da Costa – MSS Colchester Kawasaki – Kawasaki ZX 10R – + 31.782
08- Ian Lowry – Relentless Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – + 34.781
09- John Laverty – Buildbase Kawasaki – Kawasaki ZX 10R – + 35.362
10- Graeme Gowland – Motorpoint/Henderson Yamaha – Yamaha YZF R1 – 35.654
11- Jason O’Halloran – SMT Honda – Honda CBR 1000RR – + 36.348
12- Gary Mason – Quay Garage – Honda CBR 1000RR – + 36.623
13- John Kirkham – Jentin Racing – Yamaha YZF R1 – + 45.280
14- Tom Tunstall – Hardinge Doodson – Honda CBR 1000RR – + 53.503
15- Martin Jessopp – Riders Racing – Honda CBR 1000RR – + 53.897
16- Hickman – Ultimate Racing – Yamaha YZF R1 – + 1’00.649
17- Peter Victor Cox – STP/JHS Racing – Honda CBR 1000RR – + 1’01.438
18- Aaron Zanotti – Red Viper Racing – Honda CBR 1000RR – + 1’03.476
19- Atsushi Watanabe – Relentless Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’03.619
20- Matt Bond – MIST Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’25.163
21- Brian McCormack – MAR Racing Kawasaki – Kawasaki ZX 10R – a 1 giro
22- Alistair Fagan – Red Viper Racing – Honda CBR 1000RR – a 1 giro

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy