ASBK Al Wakefield Park Raceway per il secondo round 2017

ASBK Al Wakefield Park Raceway per il secondo round 2017

L’ASBK Australian Superbike fa tappa nel New South Wales con Daniel Falzon capo-classifica e con tante tematiche d’interesse per il fine settimana.

Dall’esplosivo primo round disputatosi a Phillip Island in concomitanza con il Mondiale di categoria, per il secondo appuntamento stagionale l’Australian Superbike fa tappa questo fine settimana nel New South Wales e, più precisamente, al Wakefield Park Raceway, nel corso degli anni diventato un appuntamento fisso del calendario ASBK. Una trasferta impegnativa per squadre e piloti del campionato di riferimento del motociclismo australiano, ma anche tra i più attesi della stagione: prevista la diretta televisiva, gare che si prospettano avvincenti e persino un “Media Event” della vigilia programmato al Belmore Park di Goldburn al quale presenzieranno tutti i protagonisti della serie. Valori aggiunti che offriranno ulteriori spunti d’interesse per il weekend, con l’aspetto sportivo che presenta una domanda su tutte: chi fermerà Daniel Falzon?

FALZON CAPOCLASSIFICA A PUNTEGGIO PIENO – Un pilota privato al 100 % al comando della classifica di campionato a punteggio pieno. Nell’ASBK questo è possibile grazie a Daniel Falzon, ex-grande protagonista dell’Australian Supersport (due titoli in bacheca), da un biennio a questa parte passato alla top class Superbike con una Yamaha R1 ben curata dal Jon Daniels Racing e vestita con i colori Caterpillar/Mainline Dyno. Dopo un 2016 di apprendistato, Falzon ha iniziato il suo secondo anno di attività nell’ASBK da indiscusso mattatore a Phillip Island con 3 vittorie nelle 3 gare disputate, confermando la validità del passaggio (una scommessa della vigilia…) dagli pneumatici Dunlop a Pirelli. La leadership di Falzon è qualcosa di incredibile, a maggior ragione se pensiamo che nell’Australian Superbike corrono ufficialmente, attraverso gli importatori nazionali, costruttori come la stessa Yamaha, Honda, Suzuki, Kawasaki, Ducati, BMW e persino MV Agusta.

Allerton (14), Falzon (25), Staring (67), Herfoss (1) pronti per il secondo round 2017
Allerton (14), Falzon (25), Staring (67), Herfoss (1) pronti per il secondo round 2017

RISCOSSA DI HONDA E YAMAHA? – Sulla carta il Wakefield Park Raceway, tracciato caratterizzato da una serie di ripartenze e molteplici punti di sorpasso nonostante una carreggiata stretta, dovrebbe esaltare le peculiarità del Campione in carica Troy Herfoss, con la “vecchia” CBR 1000RR Fireblade SP del Team Honda Racing chiamato al riscatto dopo il mezzo passo-falso accusato a Phillip Island. Herfoss si pone tra i potenziali favoriti per la vittoria alla vigilia insieme al suo compagno di squadra Bryan Staring, di ritorno in Australia dopo una prolungata militanza in Europa (Superbike, Superstock 1000 e persino una breve parentesi in MotoGP), già sul podio nel primo round. Parlando sempre di nomi presenti nell’albo d’oro dell’Australian Superbike, fari puntati sulla coppia di Yamaha Motor Australia formata da Wayne Maxwell e Glenn Allerton senza scordarci di Josh Waters, a sua volta rientrato nell’ASBK con la nuova Suzuki GSX-R 1000R schierata direttamente dal Team Suzuki Ecstar Australia con Phil Tainton al muretto box. Scorgendo la classifica di campionato punterà indiscutibilmente alla leadership Robert Bugden, con il team Kawasaki BCperformance al via dell’ASBK 2017 dopo il trionfo dello scorso anno nell’Australasian Superbike.

POSSIBILI OUTSIDERS – Come testimonia lo straordinario rendimento di Daniel Falzon, nell’Australian Superbike c’è margine per piloti “privati” di mettersi in luce. Dopo anni da “ufficiale” Yamaha Motor Australia, Cru Halliday con la R1 gestita in proprio non ha affatto sfigurato a Phillip Island tanto da raccogliere un bottino di 44 punti. Non male nemmeno il rendimento di Mitchell Levy (Yamaha ATR) o di Beau Beaton, Ducatista di punta con una Panigale curata dal Racers Edge Performance. A proposito di Ducati, da seguire con interesse Callum Spriggs, nuovo pupillo di Troy Bayliss per il suo team DesmoSport Ducati in sostituzione di Mike Jones, promosso all’Europeo Superstock 1000 con l’Aruba.it Junior Team.

Oltre 30 piloti al via dell'Australian Superbike
Oltre 30 piloti al via dell’Australian Superbike

YMF Australian Superbike Championship presented by Motul Pirelli 2017
La Classifica di Campionato dopo il 1° Round

01- Daniel Falzon – Caterpillar/Mainline Dyno – Yamaha YZF R1 – 76
02- Robert Bugden – Kawasaki BCperformance – Kawasaki ZX-10R – 54
03- Troy Herfoss – Crankt Protein Honda Racing – Honda CBR 1000RR SP – 47
04- Cru Halliday – IPONE Yamaha Motor Finance – Yamaha YZF R1 – 44
05- Wayne Maxwell – Yamaha Racing Team – Yamaha YZF R1 – 41
06- Mitchell Levy – ATR/Landbridge Transport – Yamaha YZF R1 – 37
07- Bryan Staring – Crankt Protein Honda Racing – Honda CBR 1000RR SP – 36
08- Glenn Allerton – Yamaha Racing Team – Yamaha YZF R1 – 35
09- Beau Beaton – Racers Edge Performance – Ducati Panigale – 34
10- Josh Waters – Team Suzuki Ecstar – Suzuki GSX-R 1000 – 32
11- Kyle Buckley – Kawasaki BCperformace – Kawasaki ZX-10R – 28
12- Michael Blair – Yamaha Central Coast Car Museum – Yamaha YZF R1 – 25
13- Matt Walters – Kawasaki Connection – Kawasaki ZX-10R – 22
14- Troy Guenther – Saint Unbreakable BMW – BMW S1000RR – 22
15- Corey Turner – HB Customs – Yamaha YZF R1 – 19

ASBK Phillip Island Gara 2-3 Tripletta di Daniel Falzon

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy