KTM svela il programma Superbike a Dortmund

KTM svela il programma Superbike a Dortmund

Presentazione ufficiale per la RC8R Superbike a Dortmund

Come annunciato nelle ultime settimane, KTM ha deciso di presentare i propri programmi sportivi nell’IDM Superbike a “Motorrader 2009”, fiera motociclistica che si è tenuta lo scorso weekend a Dortmund. All’evento hanno preso parte i due piloti ufficiali della casa austriaca, Didier Van Keymeulen e Stefan Nebel, i quali insieme al responsabile del programma Konrad Hefele hanno tolto i veli alla KTM RC8R Superbike. Si è trattato della prima “pubblica” della moto, dopo che a Portimao lo scorso mese si è offerta l’anteprima mondiale alla stampa specializzata, intervenuta per la presentazione della KTM RC8R di serie. A Dortmund, davanti ad un discreto numero di appassionati, KTM ha annunciato il nome ufficiale della squadra che militerà nell’IDM Superbike, ovvero “KTM Superbike Team Germany“, proprio per dare un’impostazione più “nazionale” al programma mirato, per il momento, esclusivamente all’IDM Superbike. La RC8R poi non è una novità: bella, bellissima, specie con i colori ufficiali Red Bull, sponsor “storico” della casa austriaca che veste le moto ufficiali nei campionati su pista (anche nel Mondiale 125cc) e fuoristrada (Motocross, Supermoto, Enduro, Raid…).

Parlando della stagione 2009 dell’IDM pronta al via il mese prossimo al Lausitzring, Thomas Kuttruf, portavoce della casa austriaca, ha spiegato le ragioni di questo impegno diretto nella categoria. “KTM sarà presente all’IDM Superbike essenzialmente per due ragioni: sviluppare la RC8R, rafforzare il legame con KTM Germany“. Il campionato IDM è stato scelto, prosegue Kuttruf, “Per il livello e l’importanza a livello nazionale ed internazionale“, come confermato dalla partecipazione anche di BMW con tre S1000RR ufficiali.

La presenza nell’IDM Superbike per KTM sarà anche una vetrina commerciale, ma sostanzialmente un bel banco prova pensando ad un futuro nel Mondiale Superbike. Sarà difficile, in tempi brevi: Stefan Pierer, boss KTM, ha rimandato una decisione al 2011. Questioni di budget (per via della crisi economica che ha tagliato risorse anche a KTM Racing, vedi la cancellazione del programma 250cc), ma anche prettamente tecniche: la RC8 è una moto che paga molto rispetto alla concorrenza in configurazione di serie. In più l’esperienza della Superstock internazionale dello scorso anno non è stata proprio indimenticabile…

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy