FSBK: primo bilancio dopo tre appuntamenti stagionali

FSBK: primo bilancio dopo tre appuntamenti stagionali

Vincent Philippe dominatore

Per rivedere in azione il Championnat de France Superbike bisognerà attendere ancora qualche settimana, giusto il tempo di preparare nuovamente le valigie per trasferirsi (seconda volta in questo campionato) a Ledenon. La situazione della classifica è comunque chiarissima e non lascia spazio ad interpretazioni, perfetta sintesi di cosa si è potuto evincere finora: Vincent Philippe è il dominatore assoluto/incontrastato del campionato, forte di una velocità e di un perfetto adattamento con la GSX-R 1000 K9 del team Suzuki LMS. Il pluri-campione dell’Endurance ha vinto 4 delle 5 manche fin qui disputate, rivelandosi imbattibile sul bagnato di Nogaro, quasi irraggiungibile a Val De Vienne. Ha “steccato” soltanto a Ledenon, prova di apertura dove è arrivato, così come tutto il team Suzuki LMS, con pochi kilometri di test alle spalle.

Già, risulta strano parlare di un dominio di Philippe e della squadra ufficiale Suzuki, dopo dei test invernali da dimenticare ed un esordio difficile. Con il tempo si è riusciti a mettere a punto la nuova K9: Philippe l’ha capita subito, ci ha messo un pò più di tempo il campione in carica Guillaume Dietrich, che ha raccolto i primi risultati di rilievo soltanto a Le Vigeant. L’alsaziano è adesso pronto a recuperar terreno in classifica sfidando proprio il suo compagno di squadra, ma anche una serie di avversari chiamanti a migliorare il proprio rendimento. Tra questi c’è Sebastien Gimbert, se vogliamo la “delusione” di questo primo scorcio di campionato con la Yamaha GMT94: vittoria a Ledenon, poi il nulla.

Discorso diverso per Arnaud Vincent, il quale ha compiuto un bel balzo in avanti. All’esordio con una Superbike, l’ex iridato 125 ha maturato un buon feeling con la Yamaha YZF R1 del Duterne Racing, viaggiando adesso a dei livelli da podio. Stesso sì può dire della Kawasaki, con Gwen Giabbani pilota di punta e velocissimo a Val De Vienne, mentre è ormai una certezza Thomas Metro, il quale con una privatissima Ducati 1198s sta stupendo tutti Oltralpe, lottando per piazzamenti a podio e, addirittura, vittorie. Pensando che la sua moto è pressochè una Stock, c’è davvero da fare un grande plauso.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy