All Japan Superbike: Katsuyuki Nakasuga ancora wild card in MotoGP

All Japan Superbike: Katsuyuki Nakasuga ancora wild card in MotoGP

Correrà a Motegi con Yamaha Factory

Commenta per primo!

Come premio per la conquista della seconda pole position consecutiva alla 8 ore di Suzuka, per il terzo titolo JSB1000 in carriera e per l’ottimo lavoro svolto in qualità di tester del progetto YZR M1 1000cc, Katsuyuki Nakasuga affronterà per il secondo anno consecutivo il Gran Premio del Giappone della MotoGP al Twin Ring di Motegi in qualità di wild card con una terza Yamaha YZR M1 ufficiale.

Recentemente impegnato proprio a Motegi in una probante sessione di test finalizzata allo sviluppo della M1 versione 2014, “Kats” si è guadagnato questa nuova chance di correre nella classe regina del motociclismo. Già sostituto dell’infortunato Jorge Lorenzo nel 2011 a Sepang e Valencia (6° sul traguardo), sempre a Cheste lo scorso anno al posto di Ben Spies conquistando un sensazionale (eroico) 2° posto assoluto, Nakasuga aveva preso parte al GP di Giappone lo scorso anno da wild card con una M1 iscritta dal YSP Racing Team, la stessa squadra con la quale milita da oltre un lustro nell’All Japan Superbike.

Nella passata edizione del GP di casa il 31enne tri-Campione JSB1000 concluse al nono posto assoluto, in scia alla Ducati Desmosedici GP12 ufficiale condotta da Nicky Hayden. Un risultato che Nakasuga spera di migliorare, prima di concentrarsi pienamente sull’impegno nell’All Japan Superbike. Quest’anno, infatti, Nakasuga può raggiungere un record prestigioso. In quasi mezzo secolo di storia dell’All Japan Road Race Championship, soltanto un pilota ha conquistato quattro titoli nella top class: il leggendario Shinichi Itoh, seppur in tre differenti classi tra le 500cc (1990), nel 1998 in Superbike e nel biennio 2005-2006 nell’attuale JSB1000.

Kats può diventare il primo pilota nella storia a conquistare quattro titoli nella JSB1000, ma non in una stessa classe dell’All Japan: Hideyuki Nakajoh può infatti vantare lo stesso numero di titoli nella defunta 125cc (1998, 1999, 2001 e 2004).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy