8h Suzuka: Yamaha vs Kawasaki, confronto tra Nakasuga e Rea

8h Suzuka: Yamaha vs Kawasaki, confronto tra Nakasuga e Rea

Nelle due ore di prove libere pre-qualifiche della 8 ore di Suzuka sotto il 2’07” Katsuyuki Nakasuga (Yamaha) e Jonathan Rea (Kawasaki): duello a suon di giri veloci.

di Alessio Piana, @alessiopiana130
Jonathan Rea velocissimo a Suzuka

Aspettando le qualifiche ufficiali che determineranno le dieci squadre ammesse ai Top 10 Trials ed aspettando il tifone Jongdari, la conclusiva sessione di prove libere del venerdì mattina ha proposto un avvincente confronto ai vertici della classifica. Come già intravisto ieri, sul piano velocistico il confronto per l’edizione numero 41 della 8 ore di Suzuka è tutto tra il Yamaha Factory Racing Team ed il Kawasaki Team Green, nello specifico tra Katsuyuki Nakasuga e Jonathan Rea. Il primo, recordman dell’All Japan Superbike e già poleman in tre distinte occasioni della 8 ore (2012, 2013, 2017), ha messo a segno una sequenza di tornate veloci che hanno permesso alla R1 #21 vestita con i colori del ventennale di balzare nuovamente in cima al monitor dei tempi.

Seguendo e superando (in pieno rettifilo dei box!) Leon Haslam, il 7 volte Campione JSB1000 ha indovinato una sequenza di tre tornate veloci: 2’07″038, 2’06″842 fino al conclusivo 2’06″813. A questi temponi ha prevedibilmente risposto il Campionissimo Jonathan Rea: prima di una bandiera rossa, il tri-iridato Superbike ha viaggiato in 2’06″855 e 2’06″844 a 31 millesimi da Nakasuga, segno che, almeno in termini di performance pura, Kawasaki sembra poter contrastare l’egemonia Yamaha. Discorso diverso sul passo e costanza di rendimento dove lo squadrone YFRT resta in vantaggio, ma con l’atteso arrivo del tifone Jongdari (e pioggia domenica in gara…) gli equilibri possono essere decisamente stravolti.

Per quanto concerne le altre squadre attese protagoniste, Team HRC (Red Bull Honda with Japan Post) rialza la testa con Takumi Takahashi in 2’07″509, terzo a precedere Yoshimura Suzuki (con Takuya Tsuda in 2’07″922), a seguire è quinta la Honda HARC-PRO nonostante una scivolata alle Esses di Ryo Mizuno. A proposito di cadute, due le bandiere rosse esposte nell’arco della sessione: la prima per un incidente con protagonista la Honda Hamayuukai Hamamatsu Escargot #55, la seconda per un contatto alla Triangle Chicane tra le Yamaha R1 del Wojcik Racing Team con Pawel Szkopek e dell’Iwata Racing Family condotta da Tomohiro Ueno. Scivolata senza conseguenze anche per il nostro Niccolò Canepa all’Hairpin, con GMT94 Yamaha sedicesimo in graduatoria mentre i capo-classifica di campionato di F.C.C. TSR Honda sono ottavi e con una top speed di 326 km/h (!) tutta da verificare, considerando che a malapena si raggiungono i 300 orari…

Coca Cola Suzuka 8 hours 2018
Classifica Free Practice 1 (Top-15)

01- Yamaha Factory Racing Team – Yamaha YZF R1 – 2’06.813
02- Kawasaki Team Green – Kawasaki ZX-10RR – + 0.031
03- Team HRC – Honda CBR 1000RRW – + 0.696
04- Yoshimura Suzuki Motul Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.109
05- MuSASHi RT HARC-PRO Honda – Honda CBR 1000RR – + 1.177
06- KYB Moriwaki Motul Racing – Honda CBR 1000RR – + 1.221
07- S-Pulse Dream Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.307
08- F.C.C. TSR Honda France – Honda CBR 1000RR – + 1.609
09- YART Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 1.891
10- Team Kagayama U.S.A. – Suzuki GSX-R 1000 – + 2.121
11- au & Teluru Kohara RT – Honda CBR 1000RR – + 2.144
12- Honda Suzuka Racing Team – Honda CBR 1000RR – + 2.236
13- Team SuP Dream Honda – Honda CBR 1000RR – + 2.609
14- Honda Dream RT Sakurai Honda – Honda CBR 1000RR – + 2.798
15- Honda Asia Dream Racing – Honda CBR 1000RR – + 2.843
16- GMT94 Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 2.914

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy