8h Oschersleben: YART Yamaha torna in pole, GMT94 2°

8h Oschersleben: YART Yamaha torna in pole, GMT94 2°

Senza Bradley Smith, YART Yamaha torna in pole position a Oschersleben davanti a GMT94 con Niccolò Canepa. Domani alle 14:00 il via della 8 ore.

Hanno perso per infortunio Bradley Smith, ma al box YART (quasi) non sembra fare alcuna differenza. Esattamente ad un anno di distanza dall’exploit della passata edizione, Yamaha Austria Racing Team si è assicurata la pole position della 8 ore di Oschersleben, “Super-Finale” del Mondiale Endurance 2016 dove i soli Broc Parkes e Marvin Fritz andranno all’assalto del titolo iridato fronteggiando la concorrenza di altre sei squadre legittime pretendenti alla corona EWC: da GMT94 Yamaha, 2° in griglia con il nostro Niccolò Canepa, passando per i 14 volte Campioni del Mondo della Suzuki S.E.R.T. (3°), F.C.C. TSR Honda (4° in costante ascesa), Team Kawasaki SRC (5°) con più distanziati Honda Endurance Racing (9°) ed i capoclassifica di campionato di Motors Events, qualificatisi in decima posizione.

YART TORNA IN POLE, SENZA BRADLEY SMITH – Fuori gioco la guest star dalla MotoGP Bradley Smith, tuttora in ospedale per la brutta botta rimediata nell’inaugurale sessione di prove libere (escluse fratture, ma sarà necessario un intervento per “ricucire” il profondo taglio alla gamba), la compagine di Mandy Kainz con una R1 gommata Pirelli ed assistita direttamente dalla casa madre ha proseguito il lavoro centrando il primo obiettivo del weekend: la pole position. In virtù dei tempi siglati ieri da Broc Parkes (1’26″279) e Marvin Fritz (1’26″365), rispettivamente 1° e 2° assoluto nel computo dei giri più veloci, grazie alla ‘media‘ di 1’26″322 YART riconquista la pole position sul tracciato di casa ponendo la parola fine ad un digiuno che perdurava dall’edizione 2015. Per una delle due squadre di riferimento Yamaha nella serie la prossima missione inevitabile sarà quella di vincere, viatico per riconquistare il titolo di categoria che manca dal 2009: nonostante gli 8 punti di svantaggio dalla testa della classifica, con il passo velocistico mostrato nelle prove sembra essere un obbiettivo tutt’altro che impossibile…

Niccolò Canepa secondo in griglia con GMT94 Yamaha
Niccolò Canepa secondo in griglia con GMT94 Yamaha

GMT94 2° CON CANEPA, TUTTI I CONTENDENTI AL TITOLO A CONTATTO – I presupposti per una “Super Finale” del FIM Endurance World Championship 2016 memorabili ci sono tutti. A stretto contatto con la YART, prenderanno il via tutte le altre squadre in lizza per l’alloro EWC cominciando doverosamente da GMT94, in trionfo alla 8 ore di Oschersleben dello scorso anno, qualificatasi 2° a completare l’1-2 Yamaha (ma con pneumatici Dunlop) con la media di 1’26″900 frutto dei tempi di David Checa (1’26″743), Lucas Mahias (1’27″130 e capoclassifica in solitaria della graduatoria piloti) e del nostro Niccolò Canepa, nel “Gruppo Giallo” confermatosi iper-competitivo in 1’26″829. La compagine di Christophe Guyot abituata a vincere a Oschersleben (altri 2 successi, anche con Serafino Foti alla guida, quando si correva la 24 ore) punta domani sin dal via delle 14:00 a recuperare i 16 punti di svantaggio dalla vetta, 9 per quanto concerne la Suzuki S.E.R.T. che scatterà dalla terza posizione con Anthony Delhalle (1’26″789), il 9 volte iridato Vincent Philippe (1’26″942) ed Etienne Masson (1’27″385). Nel novero dei 10 piloti scesi sotto il muro dell’1’27” si è chiaramente messo in mostra anche il vice-Campione del Mondo Supersport in carica PJ Jacobsen, in 1’26″676 in grado di condurre la F.C.C. TSR Honda al quarto posto in griglia affiancato da Damian Cudlin (1’27″672) e Kazuma Watanabe (1’27″573), meglio rispetto alla Kawasaki SRC vittoriosa a Le Mans con un Gregory Leblanc non in formissima nelle prove. Penalizzata dalla triplice-caduta di Gregory Fastre in due giorni, i leader del mondiale di Motors Events scatteranno 10° con Gregg Black e Alex Cudlin preceduti da Honda Endurance Racing (9° con Julien Da Costa, Sebastien Gimbert e Freddy Foray), completando così il novero delle sette squadre in corsa per il titolo.

OUTSIDERS DI LUSSO – Chi potrebbe recitare il ruolo di ‘arbitro’ del Mondiale è la BMW S1000RR del team Penz13 qualificatasi sesta con Kenny Foray, Lukas Pesek e Matthieu Lussiana (sostituto dell’infortunato Mathieu Gines) lontani dai tempi-record di Markus Reiterberger, ma anche la Kawasaki #8 del Team Bolliger Switzerland positiva settima nonostante una caduta di Michael Savary delle seconde qualifiche, ma con lo slancio di un Gianluca Vizziello in gran spolvero (1’27″717, 6° del proprio gruppo di appartenenza). Sempre a proposito dei nostri portabandiera, bella prova di Fabrizio Lai (1’27″909) al debutto con la S1000RR del team Lukoil BMW Motorrad CSEU (15°), scatterà 24° Emiliano Bellucci con la Kawasaki #46 del Flembbo Leader Team.

Suzuki SERT (1) e FCC TSR Honda (5) in lizza per il titolo Mondiale EWC
Suzuki SERT (1) e FCC TSR Honda (5) in lizza per il titolo Mondiale EWC

IL CONFRONTO NELLA CLASSE SUPERSTOCK – Nonostante il KO di Dominik Vincon, caduto nelle qualifiche 1 con infortunio a braccio e gamba destra al seguito, sul tracciato di casa Volpker NRT48 BMW si è assicurata la pole position di classe Superstock (8° assoluti) a precedere Yamaha Viltais Experience (12°) e Yamaha 3ART Yam’Avenue (13°), quest’ultima compagine a -1 in classifica rispetto alla compagine tedesca. A ruota anche lo Junior Team LMS Suzuki (14°) mentre la Kawasaki AM Moto Racing Competition prenderà il via dalla sedicesima posizione.

8 Hours of Oschersleben 2016
Classifica Qualifiche

01- YART Yamaha Official EWC Team – Yamaha YZF R1 – 1’26.322 (EWC)
02- GMT94 Yamaha – Yamaha YZF R1 – 1’26.900 (EWC)
03- Suzuki S.E.R.T. – Suzuki GSX-R 1000 – 1’27.038 (EWC)
04- F.C.C. TSR Honda – Honda CBR 1000RR – 1’27.307 (EWC)
05- SRC Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 1’27.462 (EWC)
06- Penz13 BMW Motorrad Team – BMW S1000RR – 1’27.644 (EWC)
07- Team Bolliger Switzerland – Kawasaki ZX-10R – 1’28.053 (EWC)
08- Volpker NRT48 by Schubert Motors – BMW S1000RR – 1’28.061 (SST)
09- Honda Endurance Racing – Honda CBR 1000RR SP – 1’28.063 (EWC)
10- Team April Moto Motors Events – Suzuki GSX-R 1000 – 1’28.118 (EWC)
11- Maco Racing Team – Yamaha YZF R1 – 1’28.190 (EWC)
12- Yamaha Viltais Experience – Yamaha YZF R1 – 1’28.293 (SST)
13- Team 3ART Yam’Avenue – Yamaha YZF R1 – 1’28.340 (SST)
14- Junior Team LMS Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – 1’28.522 (SST)
15- Lukoil BMW Motorrad CSEU – BMW S1000RR – 1’28.613 (EWC)
16- AM Moto Racing Competition – Kawasaki ZX-10R – 1’29.180 (SST)
17- Ecurie Chrono Sport – Kawasaki ZX-10R – 1’29.260 (SST)
18- GERT 56 HMT by rs speedbikes – BMW S1000RR – 1’29.287 (SST)
19- Team Rabid Transit – Yamaha YZF R1 – 1’29.375 (EWC)
20- Jackson Racing – Honda CBR 1000RR SP – 1’29.549 (SST)
21- Team LRP Poland – BMW S1000RR – 1’29.585 (EWC)
22- Tati Team Beaujolais Racing – Kawasaki ZX-10R – 1’29.641 (SST)
23- Starteam PAM Racing – Suzuki GSX-R 1000 – 1’29.711 (SST)
24- Flembbo Leader Team – Kawasaki ZX-10R – 1’30.276 (EWC)
25- Aprilia Grebenstein – Aprilia RSV4 Factory – 1’30.776 (EWC)
26- Slider Endurance – Yamaha YZF R1 – 1’31.008 (SST)
27- msd steeldesign powered by Motorex – BMW S1000RR – 1’31.338 (SST)
28- Arlows Racing Team – Yamaha YZF R1 – 1’31.580 (SST)
29- WSB Endurance – Kawasaki ZX-10R – 1’31.673 (EWC)
30- Motobox Kremer Racing – Yamaha YZF R1 – 1’31.880 (EWC)
31- Motos Actives Sport 14 – Kawasaki ZX-10R – 1’31.944 (SST)
32- Evers ZAB Endurance – MV Agusta F4 RR – 1’32.988 (EWC)
33- 2Fast4You by Stecher Motorradtechnik – Yamaha YZF R1 – 1’33.212 (EWC)
34- Frostbeulen Racing – Ducati Panigale – 1’33.409 (STW)
35- BIPRO Legends – Suzuki GSX-R 1000 – 1’33.551 (EWC)

La 8 ore di Oschersleben in diretta TV su Eurosport 2

Nessuna frattura al femore per Bradley Smith

La Presentazione della Super Finale del FIM EWC 2016

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy