Superbike: Gare alle 16, alta tensione fra Mediaset e Dorna

Superbike: Gare alle 16, alta tensione fra Mediaset e Dorna

L’emittente del biscione contesta aspramente gli orari pomeridiani Che fanno perdere alla Superbike un milione di spettatori.

Commenta per primo!
Irene Saderini commentatrice Mediaset per il Mondiale Superbike 2017

Gli orari di Portiamo diventano un caso: perché l’organizzatore del Mondiale ha programmato la partenza di gara 1 (sabato 16 settembre) e gara 2 (domenica 17 settembre) alle 16 del pomeriggio, facendo infuriare Mediaset?

PREMESSA – Gli orari di tutti i round del Mondiale vengono decisi prima dell’inizio del campionato, in modo che le TV possano pianificare i loro palinsesti. E’ quindi noto da gennaio scorso che a Donington (28-29 maggio) e Portiamo (prossimo week end) le gare sarebbero partite alle 15 locali, le 16 in Italia. Il tardo pomeriggio è un’orario poco adatto agli eventi sportivi in diretta: non è un caso che la MotoGP e la F1 partano alle 14 e a quell’ora siano già conclusi.

DANNO – Il calo dell’audience non è un sospetto, è una certezza: il round di Dongton è stato visto da 657 mila spettatori, sommando tutto: gara 1 e gara 2, audience di Italia 1 e Italia 2. Misano, (17-18 giugno), con gare partite alle 13, ha totalizzato complessivamente 1,7 milioni. Imola è in linea con questo dato. Il danno per la TV è quindi enorme: ballano un milione di spettatori in meno, in termini di share significa scendere dal 6% a meno di 2%. La share è la percentuale di televisori sintonizzati sull’emittente ed è il dato che determina il valore degli spot pubblicitari. Meno share, meno pubblico, meno spot, meno..soldi.

PERCHE’? – In Mediaset fanno sapere di aver chiesto la modifica degli orari di Donington e Portiamo l’inverno scorso, e a più riprese durante la stagione. Ma Dorna ha risposto picche, anche dopo aver constatato il drammatico calo di audience registrato dalla tappa britannica. Il “niet” è inspiegabile sotto tutti i punti di vista. Il promoter spagnolo aveva spiegato la necessità di anticipare gara 1 al sabato proprio con l’esigenza di programmare entrambe le corse nel migliore orario TV (le 13, appunto): perché lelle tappe occidentali (cioè con il ritardo di un’ora di fuso) partono alle 16? Non ci sono neanche esigenze particolari legate al pubblico in circuito: a Donington c’erano pochissimi spettatori e a Portiamo (anche ai tempi del promoter Flammini) si è sempre gareggiato davanti a spalti deserti.

PRECEDENTI – Mediaset avrebbe voluto che le gare partissero alle 12 locali, cioè alle 13 in Italia, lo stesso orario degli altri round europei. Questo avrebbe reso necessario la riorganizzazione dell’intero programma di prove, con congruo anticipo della Superpole. Ma non è stata ascoltata.

DIRITTI – Mediaset  ha i diritti anche per il 2018 e paga oltre 1,4 milioni € l’anno. E’ l’unica emittente europea di “peso” che trasmette il campionato. Italiani sono una parte consistente dei team e la maggior parte degli sponsor del Mondiale (cioè: di Dorna). Quindi perché il promoter ha fatto incazzare la TV  e si è giocata complessivamente due milioni di spettatori?

Superbike Portimao Gli orari in pista e in TV

Superbike Portimao: Chaz Davies “Sarà una battaglia divertente”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy