MotoGP: Scott Redding si rimangia tutto “Ho sbagliato ad offendere Aprilia”

MotoGP: Scott Redding si rimangia tutto “Ho sbagliato ad offendere Aprilia”

Clamoroso dietro front del pilota britannico che domenica sera a Zeltweg si era scagliato contro la squadra

di Redazione Corsedimoto
Team Aprilia MotoGP

“Non puoi far brillare la merda, anche se ci provo.” Domenica sera, dopo il ventesimo posto nel GP d’Austria, Scott Redding si era scagliato contro l’Aprilia. Chiamando in causa non solo la mancata competitività della RS-GP, ma anche il metodo di lavoro della squadra (qui le dichiarazioni) Neanche due giorni dopo  il 25enne britannico ha postato su Instagram le sue scuse. Un voltafaccia clamoroso per un pilota già defenestrato che evidentemente ha capito di averle dette troppo grosse. E’ anche scontato che il team sia intervenuto sul pilota per difendere la propria onorabilità. Ecco le  parole di Redding.

Sono qui oggi per dire che devo molte scuse alla squadra e ad Aprilia Racing Team. Quello che ho detto nell’intervista di domenica pomeriggio dopo gara non è accettabile, ho parlato a caldo con un sacco di emozioni nel cuore. Ho  parlato con rabbia, ho 25 anni e può succedere di andare oltre le righe.  Però per il ruolo che ricopro dovrei essere un modello, una persona più matura e composto. Il team e Aprilia Racing stanno facendo il meglio che possono per migliorare la nostra MotoGP, abbiamo alcuni promettenti componenti da provare questa settimana (domenica a Misano, ndr)  e sono convinto che  che questa moto possa diventare competitiva. Siamo una squadra, impariamo, viviamo e lavoriamo tutti insieme,  così dal profondo del mio cuore dico che sono profondamente dispiaciuto per le  parole oltraggiose che ho detto. Imparerò da questa esperienza.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy