Hector Barberá condannato a 22 giorni di lavori sociali ed al ritiro della patente per un anno

Hector Barberá condannato a 22 giorni di lavori sociali ed al ritiro della patente per un anno

In seguito all’infrazione per la quale è stato arrestato di nuovo nella mattinata di giovedì, Barberá è stato giudicato oggi: sconterà un periodo di lavori sociali e gli viene ritirata la patente per 12 mesi.

di Diana Tamantini, @dianatamantini

Hector Barberá ha accettato una pena di 22 giorni di lavori sociali ed il ritiro della patente di guida per un anno: è questo il risultato del giudizio a cui si è sottoposto il pilota spagnolo dopo essere stato nuovamente fermato mentre guidava ad alta velocità con un tasso alcolemico nel sangue superiore al consentito.

Il giudice ha tenuto conto del fatto che lo spagnolo è recidivo in questo tipo di reato contro la sicurezza stradale: già in altre occasioni infatti Barberá è stato fermato per questo motivo, oltre ad un’altra volta per aver guidato senza la patente di guida, precedentemente ritirata.

Il pilota HP40 tornava a casa assieme ad un amico dopo una festa di compleanno e si trovava alla guida della sua Audi R6, circolando ad alta velocità per le vie di Valencia, quando è stato fermato dalla Polizia Locale. Due le prove a cui è stato sottoposto, risultato in entrambe positivo e al sopra della soglia considerata come reato, vale a dire 0,6 milligrammi per litro d’aria.

Come detto, Barberá ha accettato senza scuse la pena, rilasciando una breve dichiarazione alla tv spagnola: “E’ stato un grande errore, che arriva soprattutto in un brutto momento. Le leggi sono fatte per essere rispettate, sono pentito.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy