Alex Marquez: “Rimarrò in Moto2 finché non sarò Campione del Mondo”

Alex Marquez analizza la stagione conclusa, i primi test e ribadisce il suo obiettivo primario: lasciare la categoria intermedia solo con la corona iridata.

14 dicembre 2018 - 16:44

Articolo originale di Oléna Champlain/Paddock-GP.com – Traduzione: Diana Tamantini

Alex Marquez parteciperà al campionato Moto2 nel 2019 per il quinto anno consecutivo, sempre nelle fila del team Estrella Galicia 0,0 Marc VDS. “Voglio diventare campione del mondo in questa categoria, proprio come in Moto3” ha dichiarato il pilota dopo i primi test a Jerez.

Come riportato da Speedweek.com, Alex Marquez ha espresso un obiettivo: “Voglio rimanere nel Campionato Mondiale Moto2 fino a quando non riuscirò a ottenere il titolo. Ho avuto l’opportunità di fare parte della categoria regina, ma penso che non sia il momento.” A differenza del campione del mondo Francesco Bagnaia, del secondo classificato Miguel Oliveira, o dei giovani Joan Mir e Fabio Quartararo, il quarto classificato della stagione 2018 nella classe intermedia non farà il salto nella categoria regina.

“Soprattutto dopo quest’anno ho capito che ho ancora molto da imparare. È vero che mi piacerebbe, ma vedremo, voglio darmi tempo. Nell’immediato futuro, il mio obiettivo è vincere il titolo in Moto2” ha ribadito il pilota di Cervera.

“L’anno scorso ho iniziato con il campionato in mente” ha continuato. “L’annata è stata importante per me, era il momento giusto per pensare al titolo, ma sfortunatamente ho commesso degli errori. Devo imparare da questi e ripartire da quanto fatto finora. Devo anche essere più coerente con me stesso.”

Alex Marquez parla del nuovo motore Triumph, presente sulla sua KALEX nel 2019: “Il nuovo motore è divertente. Ho già provato un motore MotoGP, l’accelerazione ovviamente non è la stessa, ma la sensazione è simile. Abbiamo anche avuto alcuni cambiamenti nel team, penso sia positivo, così come la nuova moto. Il test ha permesso alla squadra di fermarsi ma anche di valutare la moto.”

Per conquistare il titolo, Alex Marquez avrà un capo meccanico nuovo di zecca al suo fianco, David Garcia. A lui si aggiungeranno anche un nuovo capo squadra, Joan Olivé, ed il direttore tecnico Naoya Kaneko.

“Durante gli ultimi test a Jerez abbiamo fatto un buon lavoro, un passo alla volta. Anche con le gomme consumate riuscivo ad essere veloce e questa è la cosa più importante. In qualifica, sono già rapido, ma mi manca ancora qualcosa sul finale” ha concluso Alex Marquez.

L’articolo originale su paddock-gp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

BSB Test Portimao: O’Halloran precede Redding e Forés

Ducati non si ferma: Bautista e Davies doppio test ad Aragon

Bedon (Snipers Team): “Fenati è completamente cambiato”