Supersport 300: Quattro wild card per il round di Imola

Il terzo round del Mondiale Supersport 300 vedrà al via quattro interessanti wild card, tra cui spiccano Kevin Sabatucci e il rientrante Manuel Bastianelli.

2 maggio 2018 - 15:12

[tps_title] Kevin Sabatucci [/tps_title]

L’ascolano Kevin Sabatucci correrà con la Yamaha YZF-R3 del team ProGP, squadra fondata lo scorso anno da Omar Menghi (fratello maggiore del pilota CIV Superbike Fabio). Classe 1999, Sabatucci ha corso nelle classi PreMoto3 e Moto3 del CIV col team Sic58 Squadra Corse e lo scorso anno, dopo una piccola parentesi nel team 3570 MTA, è passato a stagione in corso alla Supersport 300, dove ha avuto l’arduo compito di non far rimpiangere lo sfortunato Simone Mazzola (vittima di un grave incidente a Misano). La chiamata del team ProGP ha rappresentato un’importante opportunità di rilancio per il pilota marchigiano, che ha ricambiato la fiducia di Omar Menghi con una vittoria, altri due piazzamenti sul podio e il settimo posto in campionato con quattro gare in meno rispetto agli avversari. La stagione 2018 è partita con un doppio terzo posto a Misano e alla vigilia della seconda tappa, in programma al Mugello il 5 e 6 maggio, Sabatucci è terzo in campionato con 32 punti, a -4 dal leader Manuel Bastianelli.

nextpage

[tps_title]Manuel Bastianelli [/tps_title]

Sarà della partita anche Manuel Bastianelli, che correrà con la Kawasaki Ninja 400 del team PRODINA IRCOS. Per il giovanissimo pilota romano si tratterà del ritorno al Mondiale dopo l’esperienza della scorsa stagione col team 3570 #madeinCIV, con cui ha ottenuto un 11° posto al Motorland Aragon come miglior piazzamento. Classe 2001, Bastianelli guida la classifica del Campionato Italiano con 36 punti, frutto della vittoria e del quinto posto ottenuti nelle due gare di Misano. Nel 2016 ha ottenuto, sempre nel CIV Supersport 300 (che allora si chiamava Sport 4T), una vittoria e due terzi posti.

nextpage

[tps_title] Marco Carusi [/tps_title]

Per il round di Imola rientrerà una tantum nel Mondiale anche Marco Carusi. Il ragazzo romagnolo correrà con la Yamaha YZF-R3 del team Scuola Italiana Piloti e sarà alla sua sesta gara nel Mondiale dopo le cinque apparizioni del 2017 col team GP Project (allora rinominato 3570 #madeinCIV). Se il miglior risultato di questa parentesi internazionale è un 17° posto a Misano, nel CIV le cose sono andate decisamente meglio: sempre con GP Project, Carusi ha conquistato il secondo posto in campionato grazie anche a tre vittorie e tre terzi posti, dopo che già nel 2016 si era messo in evidenza con alcuni piazzamenti in top 10. Quest’anno Carusi è passato al nuovo team Scuola Italiana Piloti. L’inizio è stato difficile, dato che a Misano ha ottenuto un 24° posto e un ritiro, ma il romagnolo avrà l’occasione per riscattarsi già il 5 e 6 maggio al Mugello.

nextpage

[tps_title] Kevin Arduini [/tps_title]

 

L’altra wild card per il round di Imola è Kevin Arduini, che come Sabatucci sarà all’esordio assoluto nel Mondiale. Il pilota di Saludecio correrà con la Yamaha YZF-R3 del team MMR, con cui ha chiuso al terzo posto il CIV Supersport 300 2017 con una vittoria e altri tre piazzamenti sul podio. Dopo essersi messo in evidenza nelle minimoto e nella PreGP, nel 2013 Arduini ha dovuto interrompere la sua carriera di pilota per mancanza di budget e lì è iniziata una pausa di tre anni terminata a fine 2016, quando ha disputato le ultime gare del CIV Supersport 300 (allora denominato Sport 4T) ottenendo addirittura una pole position, traguardo a cui è poi seguita l’ottima stagione 2017. Quest’anno Arduini non ha avuto un inizio di stagione fortunato, dato che a Misano ha ottenuto un ritiro e un 11° posto, ma il potenziale per far bene c’è e già al Mugello ci sarà la possibilità di riscattarsi.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

MXGP Gran Bretagna: Gajser davanti anche nel warm-up

MotoGP, Miguel Oliveira: “Presto KTM lotterà per il podio”

Supercross Seattle: Musquin vince..con la croce rossa