Supersport Jerez Prove 1: van der Mark precede Sofuoglu

Alla prima con Kawasaki Puccetti Sofuoglu già 2°

5 settembre 2014 - 7:06

Cancellato il round di Welkom (ed ancor prima la prova a Mosca), il Mondiale Supersport si ritrova a Jerez de la Frontera ad affrontare il terz’ultimo appuntamento stagionale con una concreta chance per il giovane capoclassifica di campionato Michael van der Mark di laurearsi domenica Campione del Mondo con due gare d’anticipo. Recente vincitore per il secondo anno consecutivo della 8 ore di Suzuka, il Campione Europeo Superstock 600 2012 ha condotto la Honda CBR 600RR Ten Kate iscritta dal Pata Honda World Supersport Team davanti a tutti nell’inaugurale sessione di prove libere grazie al riferimento cronometrico di 1’44″344 lasciando a 1/2 secondo i suoi più diretti inseguitori.

Il primo della lista, all’esordio da portacolori del San Carlo Puccetti Racing, Kenan Sofuoglu è subito in seconda posizione a 527/1000 dalla vetta confermando l’ottimo feeling trovato subito con la Kawasaki Ninja ZX-6R preparata dalla compagine di Manuel Puccetti. Il tri-Campione del Mondo precede nell’ordine Kev Coghlan (DMC-Panavto Yamaha) e Florian Marino, quarto su Kawasaki Intermoto, prossimamente impegnato nel Mondiale Moto2 a Misano con la KALEX del Forward Racing in sostituzione dell’infortunato Simone Corsi. Il talentuoso pilota transalpino precede il nostro Lorenzo Zanetti, su Pata Honda 5° e primo tra i piloti italiani a scapito di Roberto Tamburini, ottavo con la seconda Kawasaki Puccetti e davanti a Jules Cluzel, con la MV Agusta F3 675 ufficiale 9° e l’unico potenzialmente in grado di posticipare la ‘festa mondiale’ di van der Mark a Magny-Cours.

Sempre a proposito dei nostri portabandiera, Roberto Rolfo (Kawasaki Go Eleven) è 10°, Raffaele De Rosa complice una scivolata 12° a precedere Marco Bussolotti (Honda Lorini, 13°), Massimo Roccoli (15° alla terza presenza con la MV Agusta ufficiale), Luca Marconi (Honda Lorini, 17°) con Fabio Menghi 19°, Christian Gamarino 20° e Alessandro Nocco senza nessun giro all’attivo complice una scivolata nelle prime fasi della sessione. Oltre al salentino, proprio a Jerez laureatosi vice-Campione lo scorso anno dell’Europeo Superstock 600, non vanta alcuna tornata effettuata per un problema tecnico accusato alla propria PTR Honda.

Supersport World Championship 2014
Circuito de Jerez, Classifica Prove Libere 1

01- Michael van der Mark – Pata Honda World Supersport Team – Honda CBR 600RR – 1’44.344
02- Kenan Sofuoglu – San Carlo Puccetti Racing – Kawasaki ZX-6R – + 0.527
03- Kev Coghlan – DMC Panavto Yamaha – Yamaha YZF R6 – + 0.541
04- Florian Marino – Kawasaki Intermoto Ponyexpres – Kawasaki ZX-6R – + 0.683
05- Lorenzo Zanetti – Pata Honda World Supersport Team – Honda CBR 600RR – + 0.835
06- PJ Jacobsen – Kawasaki Intermoto Ponyexpres – Kawasaki ZX-6R – + 1.033
07- Jack Kennedy – CIA Insurance Honda – Honda CBR 600RR – + 1.071
08- Roberto Tamburini – San Carlo Puccetti Racing – Kawasaki ZX-6R – + 1.144
09- Jules Cluzel – MV Agusta Reparto Corse – MV Agusta F3 675 – + 1.441
10- Roberto Rolfo – Team Go Eleven – Kawasaki ZX-6R – + 1.479
11- Dominic Schmitter – HAGN-SKM Racing Team – Yamaha YZF R6 – + 1.651
12- Raffaele De Rosa – CIA Insurance Honda – Honda CBR 600RR – + 1.682
13- Marco Bussolotti – Team Lorini – Honda CBR 600RR – + 1.879
14- Valentin Debise – Com Plus SMS Racing – Honda CBR 600RR – + 2.152
15- Massimo Roccoli – MV Agusta Reparto Corse – MV Agusta F3 675 – + 2.254
16- Vladimir Leonov – Rivamoto – Honda CBR 600RR – + 2.311
17- Luca Marconi – Team Lorini – Honda CBR 600RR – + 2.515
18- Ferran Casas – Team Torrento – Yamaha YZF R6 – + 2.724
19- Fabio Menghi – VFT Racing – Yamaha YZF R6 – + 2.764
20- Christian Gamarino – Team Go Eleven – Kawasaki ZX-6R – + 3.577
21- Alexey Ivanov – DMC Panavto Yamaha – Yamaha YZF R6 – + 4.267
22- Nacho Calero Perez – CIA Insurance Honda – Honda CBR 600RR – + 5.257
23- Tony Covena – Kawasaki Intermoto Ponyexpres – Kawasaki ZX-6R – + 6.265
24- Matt Davies – AARK Racing – Honda CBR 600RR – + 8.342

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Moto3, Catalunya: Primo trionfo per Marcos Ramírez, 3° Vietti

MotoGP: Chiarite le regole per la Long Lap Penalty

MotoGP, Catalunya: Fabio Quartararo comanda il warm up