Red Bull Rookies Cup: primo test con la nuova KTM, i talenti italiani subito protagonisti

Red Bull Rookies Cup: primo test con la nuova KTM, i talenti italiani subito protagonisti

Stefano Manzi è 2°, bene i “rookies”

Commenta per primo!

Conclusi i test delle classi Moto2 e Moto3, il tracciato di Jerez de la Frontera ha ospitato venerdì 22 e sabato 23 febbraio scorsi la prima due-giorni di test riservati ai giovani talenti ammessi al via della Red Bull MotoGP Rookies Cup, monomarca che dal 2007 affianca nei principali round europei (e da quest’anno anche in Texas) il Motomondiale. In Andalusia non si è trattato soltanto della prima uscita stagionale per i 23 piloti under-18 iscritti al campionato, ma in assoluto il primo test con la nuova KTM RC 250 R RBR, monocilindrica 250cc 4 tempi sviluppata da KTM Racing per la Rookies Cup riprendendo le principali caratteristiche della KTM M32 ufficiale Campione del Mondo Moto3 in carica con Sandro Cortese. Per la stra-grande maggioranza degli attesi protagonisti i Test di Jerez hanno così rappresentato un’occasione importante per familiarizzare con la KTM 4 tempi, spendendo gran parte del tempo in pista soprattutto nella seconda giornata di attività complice la pioggia incontrata nel venerdì di prove a Jerez. Tra i più attivi, ma soprattutto il più veloce in pista, è risultato il talentuoso pilota ceco Karel Hanika, miglior “Rookie tra i Rookies” lo scorso anno (3° in campionato con 3 vittorie all’attivo), tra i principali indiziati per succedere nell’albo d’oro a Florian Alt, promosso al mondiale Moto3 con una KALEX-KTM del Kiefer Racing. Il 16enne nativo di Brno ha staccato il miglior riferimento cronometrico in 1’52″025, trovandosi subito a meraviglia con la KTM RC 250 R. Stefano Manzi Non è una sorpresa Hanika, non lo è nemmeno il nostro Stefano Manzi, alla seconda stagione consecutiva nella Rookies Cup, riconfermato dopo aver ben figurato lo scorso anno sfiorando addirittura la vittoria (sfumata per una manciata di millesimi) al Sachsenring. Il pilota riminese, 14 anni ancora da compiere, alla prima presa di contatto con una moto a 4 tempi ha siglato il secondo riferimento assoluto dei test di Jerez, confermando quanto di buono evidenziato nel 2012 tra Rookies Cup e Campionato Italiano PreGP 125. “E’ stata la prima volta in assoluto che sono salito in sella ad una Moto3 e non ho trovato nessuna difficoltà a guidare“, ha spiegato Manzi. “Mi sono trovato subito a mio agio sebbene abbia dovuto adattarmi al cambio elettronico mai usato prima. Quello che più mi è piaciuto è che il motore 4 tempi è molto più pronto e potente in accelerazione e questo ti consente di uscire dalle curve davvero forte. Il primo giorno di test ha piovuto quasi sempre, ma comunque è stato utile per “saggiare” la moto in condizioni al limite. Il secondo giorno di test, il tempo è stato più clemente e ho avuto modo di girare con le slick anche se la pista non era comunque completamente asciutta“. Manuel Pagliani Oltre a Manzi, a Jerez si sono messi in mostra gli altri nostri portabandiera, all’esordio quest’anno nel monomarca promosso da Red Bull, Dorna e KTM. Quinto nella classifica ha concluso Manuel Pagliani, nel 2012 al via del CIV con il team Gabrielli ed il supporto del Team Italia FMI, vantando trascorsi di successo nella MiniGP tricolore (Campione Italiano ed Europeo 70cc nel 2010). Il 16enne di Camposampiero ha contenuto lo svantaggio a poco più di 6/10, medesimo discorso per Enea Bastianini, prodotto del vivaio dei trofei Honda Italia Racing Project e Campione Europeo MiniGP 70cc 2011, già in grado di staccare il sesto crono all’esordio con la KTM Moto3 della RBRC. Per completare il novero dei piloti italiani, Mario Tocca ha invece concluso 19esimo. Tra gli altri protagonisti dei test di Jerez da segnalare il terzo crono dell’esperto (nella categoria) austriaco Lukas Trautmann a precedere il sorprendente turco Tropak Razgatlioglu che, manco a dirlo, correrà con il numero 54 omaggio del suo idolo e connazionale Kenan Sofuoglu. Non hanno invece particolarmente inciso sul piano cronometrico due candidati al titolo (e già con una discreta esperienza con le 250cc 4 tempi) come Marcos Ramirez (10°) e Scott Deroue (16°), che quest’anno alla Rookies Cup affiancheranno ambiziosi programmi tra le Moto3: il pilota iberico nel CEV proprio con una KTM del Monlau Competicion di Emilio Alzamora, l’olandese nell’IDM e da “riserva” dei piloti titolari nel mondiale con una KALEX-KTM del RW Racing GP. Aspettando i prossimi test della Rookies Cup in agenda dal 12 al 13 marzo prossimi sempre a Jerez, da segnalare la caduta e conseguente infortunio al braccio destro di Darryn Binder, fratello di Brad attuale pilota del World Wide Race del mondiale Moto3 con trascorsi di successo nella Red Bull Rookies Cup. Red Bull MotoGP Rookies Cup 2013 Classifica Test Jerez 01- Karel Hanika – CZE – 1’52.025 02- Stefano Manzi – ITA – + 0.473 03- Lukas Trautmann – AUT – + 0.604 04- Tropak Razgatlioglu – TUR – + 0.610 05- Manuel Pagliani – ITA – + 0.645 06- Enea Bastianini – ITA – + 0.692 07- Jordan Weaving – RSA – + 0.715 08- Jorge Martin – ESP – + 0.847 09- Diego Perez – ESP – + 0.966 10- Marcos Ramirez – ESP – + 0.986 11- Anthony Alonso – USA – + 1.085 12- Corentin Perolari – FRA – + 1.179 13- Tarran Mackenzie – GBR – + 1.207 14- Joe Roberts – USA – + 1.338 15- Bradley Ray – GBR – + 1.359 16- Scott Deroue – HOL – + 1.437 17- Yui Watanabe – JPN – + 1.821 18- Joan Mir – ESP – + 2.439 19- Mario Tocca – ITA – + 2.503 20- Olly Simpson – AUS – + 3.081 21- Felix Nassi – FIN – + 3.868 22- Aris Michail – GER – + 3.928 23- Darryn Binder – RSA – + 5.028

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy