250cc: Hiroshi Aoyama “Un sogno lungo 23 anni”

250cc: Hiroshi Aoyama “Un sogno lungo 23 anni”

Le parole del Campione del Mondo della 250cc

Commenta per primo!

Un sogno che, dopo otto giri e quell’interminabile fuori pista, si stava trasformando in un incubo. Hiroshi Aoyama ha saputo riprendersi, ripartire, chiuder settimo e, anche per via della scivolata di Marco Simoncelli, laurearsi già a 7 giri dal termine Campione del Mondo 250cc 2009, l’ultimo della categoria. Hiro diventa così “Hero”, ed il suo racconto di questa indimenticabile giornata è da sentire con grande interesse.

Che gara!“, esclama Aoyama. “Volevo assolutamente vincere, ed ho spinto fin dai primi metri per riuscirci. Anche troppo, forse. Sta di fatto che sono finito largo; mentre viaggiavo nella ghiaia, pensavo che in cross sono sempre andato bene. Calcolavo: ho il cinquanta per cento di possibilità di rimanere in piedi… Sono riuscito a rientrare, ma così indietro da non capire subito quale fosse la situazione. Ed ho ricominciato a spingere. Non posso dire sia stata una gran gara, ma che bello uscirne con il titolo in tasca… Intendo ringraziare tutti. Davvero tutti. Ed in particolare il box, che mi ha offerto il massimo sostegno lungo una stagione che è stata grande. Grazie; grazie. Grazie. E se oggi si realizza un sogno lungo 23 anni, la mia carriera, domani ne inizia un altro“.

Quello di vincer un mondiale, ma della MotoGP, dove correrà nel 2010 con una Honda schierata dal Paddock Grand Prix Team di Daniel Epp, unico giapponese in griglia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy