MotoGP Test Sepang: Marquez record, Rossi chiude 2°

MotoGP Test Sepang: Marquez record, Rossi chiude 2°

In quattro sotto il 2’00”, la Open di Espargaro compresa

Commenta per primo!

Si anima il Paddock per la diatriba “Factory Vs Open”, ma i piloti esaltano in pista. La terza e conclusiva giornata di Test “Sepang-1” va in archivio con tutti gli attesi protagonisti artefici di prodigiose simulazioni di gara nel finale, ma con un nuovo primato del Sepang International Circuit da battere. Esattamente 735 giorni dopo il mostruoso 1’59″607 fatto registrare il 2 febbraio 2012 da Casey Stoner, con la Honda RC213V Factory Spec. 2014 il Campione del Mondo in carica Marc Marquez stacca il nuovo record della pista in 1’59″533 conseguito al 10° giro effettuato, giusto nella primissima mattinata. L’unico ieri a scender sotto il muro del 2’00”, il fenomeno di Cervera si è ripetuto oggi in una prima ora da “time attack” per i “big”: Marquez, ma anche la coppia Yamaha Factory formata da Valentino Rossi (1’59″727) e Jorge Lorenzo (1’59″866), distanziati rispettivamente di 194 e 333 millesimi sul giro “da pole”. Premesse per un’esaltante stagione nella top class dove ci sarà molto da discutere. L’inedita classe “Open” trova in Aleix Espargaro, bi-Campione del Mondo CRT in carica, assoluto mattatore con tempi… da “Factory”: 1’59″998 con la FTR Yamaha del Forward Racing, sotto il muro dei 2 minuti, 4 decimi dal primato di Marquez. Grande prestazione per l’originario di Granollers che lancia la Forward Yamaha FTR nell’olimpo della top class tenendo testa a (nell’ordine) Stefan Bradl (5°), Dani Pedrosa (6°) ed un Andrea Dovizioso che porta la Ducati Desmosedici GP14 (Factory) al settimo posto assoluto e, soprattutto, sul 2’00″3. Valentino Rossi Ci sarà di che discutere da qui ai prossimi Test di “Sepang-2” analizzando il “passo gara” dei pretendenti al titolo con nuovamente Marquez sugli scudi con una costanza fenomenale sotto il 2’01”, distanziando un Valentino Rossi che può ragionevolmente lasciare la Malesia soddisfatto. Il “Dottore” figura così quale primo inseguitore di MM93, meglio per tutto l’arco della tre-giorni di prove rispetto a Lorenzo in termini di “time attack” e di “passo”, medesimo discorso nei confronti di Dani Pedrosa che accusa 690 millesimi al responso del cronometro a scapito del più giovane compagno di squadra. Tra le note positive dei Test di “Sepang-1” non manca Andrea Iannone, con la Ducati Desmosedici GP14 (Factory) del Pramac Racing in piena top-10 ritrovandosi tra le Yamaha Tech 3 di Pol Espargaro (“Rookie” in ascesa) e Bradley Smith più la Honda RC213V Gresini di Alvaro Bautista. Più distanziato Cal Crutchlow, 1″5 dalla vetta (e 0″7 da Dovizioso, 0″4 da Iannone) al secondo test da Ducatista, a seguire la prima Honda RCV1000R “Open” condotta da Nicky Hayden, Colin Edwards (Forward Yamaha FTR), il riconfermato tester Ducati Michele Pirro, 17° la Suzuki XRH-1 condotta da Randy De Puniet che accusa un gap di 2″9. Prossimo appuntamento in pista, sempre a Sepang, dal 26 al 28 febbraio. MotoGP™ World Championship 2014 Test Sepang International Circuit, Classifica 3° Giorno 01- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – 1’59.533 (40 giri) Factory 02- Valentino Rossi – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.194 (55 giri) Factory 03- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.333 (65 giri) Factory 04- Aleix Espargaro – NGM Mobile Forward Racing – FTR Yamaha – + 0.465 (43 giri) Open 05- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 0.579 (38 giri) Factory 06- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.690 (55 giri) Factory 07- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP14 – + 0.837 (40 giri) Factory 08- Pol Espargaro – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.122 (65 giri) Factory 09- Andrea Iannone – Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP14 – + 1.192 (57 giri) Factory 10- Alvaro Bautista – GO&FUN Honda Gresini – Honda RC213V – + 1.255 (63 giri) Factory 11- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.363 (65 giri) Factory 12- Cal Crutchlow – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP14 – + 1.524 (58 giri) Factory 13- Nicky Hayden – Drive M7 Aspar – Honda RCV1000R – + 1.981 (59 giri) Open 14- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – FTR Yamaha – + 2.198 (47 giri) Open 15- Michele Pirro – Ducati Test Team – Ducati Desmosedici GP14 – + 2.249 (67 giri) Factory 16- Hiroshi Aoyama – Drive M7 Aspar – Honda RCV1000R – + 2.850 (66 giri) Open 17- Randy De Puniet – Suzuki MotoGP Test Team – Suzuki XRH-1 – + 2.953 (67 giri) Factory 18- Yonny Hernandez – Energy T.I. Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 3.023 (65 giri) Open 19- Kousuke Akiyoshi – HRC Test Team – Honda RC213V – + 3.086 (58 giri) Factory 20- Katsuyuki Nakasuga – Yamaha Factory Test Team – Yamaha YZR M1 – + 3.255 (38 giri) Factory 21- Scott Redding – GO&FUN Honda Gresini – Honda RCV1000R – + 3.300 (60 giri) Open 22- Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – ART GP13 – + 3.654 (41 giri) Open 23- Hector Barbera – Avintia Blusens – Avintia Kawasaki – + 3.671 (54 giri) Open 24- Broc Parkes – Paul Bird Motorsport – PBM 01 – + 3.869 (43 giri) Open 25- Mike Di Meglio – Avintia Blusens – Avintia Kawasaki – + 4.983 (58 giri) Open 26- Nobuatsu Aoki – Suzuki MotoGP Test Team – Suzuki XRH-1 – + 6.153 (12 giri) Factory 27- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – Honda RCV1000R – + 6.441 (12 giri) Open

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy