MotoGP: presentato l’Avintia Racing al via nelle tre classi

MotoGP: presentato l’Avintia Racing al via nelle tre classi

Due FTR Kawasaki CRT, ma anche Moto2 e Moto3

di Redazione Corsedimoto

Nel circus del Motomondiale soltanto quattro squadre sono presenti in tutte e tre le classi dalla MotoGP alla Moto3, passando per la Moto2. Questo il caso dei team Gresini, Iodaracing Project, Aspar e, da quest’anno, anche l’Avintia Racing, riconosciuto in precedenza come BQR (acronimo di “By Queroseno Racing”) formazione catalana con 18 stagioni di esperienza tra Motomondiale, CEV e addirittura Supermotard e Motocross, vantando in bacheca ben cinque titoli spagnoli (due in 125, tre nella Extreme) e complessivamente cinque affermazioni nel mondiale 125 GP. Per la stagione 2012 BQR, grazie all’accordo con la multinazionale Avintia (non solo sponsor: ha acquisito delle quote del team), ha dato vita ad un progetto ambizioso nelle tre classi mondiali: in MotoGP, sotto la direzione del fondatore del By Queroseno Racing Raúl Romero, due FTR-Kawasaki CRT per il colombiano Yonny Hernandez ed il campione CEV Stock Extreme in carica Ivan Silva. Sarà invece Ricard Jové al timone di comando Avintia Racing tra Moto2 e Moto3 con piloti del calibro di Julian Simon (FTR Moto M212 Moto2) e Maverick Vinales (FTR Honda M312 Moto3), dal potenziale per rientrare tra i pretendenti al titolo iridato. Quattro piloti per tre classi, tutti sotto lo stesso tetto di Avintia Racing con un’impronta legata al futuro. La presenza in MotoGP tra i “Claiming Rule Team” con le due FTR Kawasaki guarda proprio alla prospettiva della top class, come testimoniato da Raúl Romero nel corso della presentazione ufficiale dei programmi Avintia Racing a Jerez de la Frontera. “Siamo cresciuti come squadra e grazie all’apporto di un partner come Avintia correremo in tutte e tre le classi. In Moto2 e Moto3 partiamo per giocarci il podio in ogni gara, mentre correre in MotoGP è un sogno che si avvera. Abbiamo sviluppato due FTR Kawasaki per ben figurare tra le CRT dopo qualche gara di apprendistato, siamo convinti che i nostri piloti hanno il potenziale per centrare questo traguardo: Ivan lo conosciamo, ha esperienza e velocità in MotoGP e tra le 1000cc, mentre Yonny ha sicuramente del talento. Sarà il primo colombiano nella storia della MotoGP, siamo orgogliosi che proprio noi lo abbiamo portato in tre anni dalla Moto2 alla MotoGP.” Oltre a Ivan Silva (trascorsi con Ducati d’Antin) e Yonny Hernandez, Avintia Racing affiderà una terza FTR Kawasaki per cinque appuntamenti del mondiale 2012 come wild card a Robertino Pietri, venezuelano con un biennio di Moto2 sulle spalle, atteso al via di 3 GP sul suolo iberico e la doppia trasferta extra-continentale in America tra Laguna Seca e Indianapolis. Se in MotoGP Avintia Racing guarda al futuro, in Moto2 si è scommesso sulla voglia di riscatto di Julian Simon, iridato 125 GP nel 2009, vice-campione 2010 proprio in Moto2. Fuori gioco per infortunio lo scorso anno, “Julito” è convinto di “Lottare per il podio: con la squadra e la mia FTR mi sono trovato benissimo, non vedo perchè non puntare in alto.” Si presenterà invece come candidato #1 alla conquista del titolo mondiale Maverick Vinales, vero e proprio “prodotto” del BQR, legato alla formazione di Raul Romero dai successi nella PreGP 125 2007 e, successivamente, nel CEV (titolo nel 2010 al secondo anno) e mondiale, già sotto contratto per la stagione 2013. Terzo all’esordio lo scorso anno con 4 vittorie (Le Mans, Assen, Sepang, Valencia) ed il riconoscimento di “Rookie of the Year”, Mack ha comandato i recenti test a Jerez de la Frontera con la FTR Honda M312: supportato da Repsol, Vinales farà di tutto per portare al BQR Team il primo titolo mondiale della propria storia…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy