MotoGP: nuova sfida a Montmelò per la classe CRT

MotoGP: nuova sfida a Montmelò per la classe CRT

Espargaro leader, i nostri Petrucci e Corti all’attacco

di Redazione Corsedimoto

Sarà una classe destinata, in un modo o nell’altro con l’avvento delle “Production Racer” e dei motori MotoGP “in leasing” da parte di Honda e Yamaha, a scomparire, ma nel frattempo la seconda stagione della classe “CRT” affronta questo fine settimana al Circuit de Catalunya di Montmelò il sesto round con un assoluto protagonista: Aleix Espargaro. Tutt’uno con la propria ART-Aprilia schierata dal team Aspar, il Campione del Mondo in carica della categoria ha finora dominato la scena in questo primo scorcio di campionato, deciso a ripetersi anche a Barcellona dove vanta positivi e convincenti trascorsi nelle varie classi del Motomondiale. Se l’obiettivo di inizio stagione per il trinomio Espargaro-ART-Aspar era di bissare la conquista del titolo di categoria, il buon Aleix finora ci sta riuscendo sbaragliando la concorrenza: cinque vittorie “di classe” nelle prime cinque gare, ben 28 punti all’attivo vantando già 15 lunghezze di vantaggio nei confronti del connazionale Hector Barbera (BQR-FTR Kawasaki del team Avintia Blusens), addirittura 17 a scapito del proprio compagno di squadra Randy De Puniet. Un vero e proprio dominio che non ha fatto perdere concentrazione al forte pilota iberico: anzi, gli ha permesso di alzare l’asticella dei propri obiettivi. Se il principale traguardo resta quello di dominare tra le CRT, nelle ultime gare Aleix Espargaro ha dapprima avvicinato (e più volte battuto) le MotoGP “Sat”, puntando adesso ai prototipi GP 1000cc ufficiali. Danilo Petrucci (9) in evidenza tra le CRT Un proposito ambizioso per Espargaro ed il team Aspar, convinti finora di aver tirato fuori il 100 % dal pacchetto tecnico a disposizione, con Aprilia Racing Technology che non ha lesinato impegno e aggiornamenti affidando al suo pilota di punta al Mugello un V4 “Evoluzione” che gli ha permesso di ridurre ulteriormente il gap dalle più quotate MotoGP. Non sembrano esserci pertanto spiragli per un pronostico incerto nel fine settimana in Catalunya, anche se gli avversari di Espargaro non sono intenzioni ad alzare bandiera bianca: Randy De Puniet al Mugello, per sua stessa ammissione, ha ritrovato il “feeling del 2012” con la propria ART, mentre Hector Barbera è stato tra le “rivelazioni” del weekend ben figurando con la BQR-FTR motorizzata Kawasaki del team Avintia Blusens, impaziente di provare lunedì un nuovo propulsore sviluppato in queste ultime settimane. Sarà un Test “Post-GP” importante anche per lo stesso De Puniet, atteso in pista con la Suzuki MotoGP “Laboratorio” per il 2014 dopo una prima, promettente presa di contatto a Motegi. Guarda al presente, ma lavora anche per il futuro il nostro Danilo Petrucci, sempre più in evidenza con la Ioda-Suter-BMW tanto da sfiorare la vittoria a Le Mans (2° di classe) e risultare costantemente tra i migliori piloti dotati della centralina elettronica Magneti Marelli in prefigurazione 2014. Il pilota ternano già Campione italiano Superstock 1000 (e “runner up” della FIM Cup) punta a ripetersi a Barcellona, lavorando in sintonia con Iodaracing Project per render la propria Ioda-Suter-BMW una CRT sempre più competitiva. Claudio Corti cerca punti mondiali Tanto lavoro per “Petrux”, altrettanto in Forward Racing con Colin Edwards ed il nostro Claudio Corti speranzosi di dare un punto di svolta a diversi episodi sfortunati in quest’ultimo scorcio di campionato, con il forte pilota comasco tuttora a caccia dei primi punti mondiali. Un traguardo già raggiunto, tra gli altri, anche da Michael Laverty, tra le note positive della stagione con la sperimentale PBM 01 su base motoristica Aprilia RSV4 (e centralina Magneti Marelli) tanto da star spesso e volentieri davanti al compagno di squadra in Paul Bird Motorsport Yonny Hernandez, ma equipaggiato di una più competitiva ART. MotoGP World Championship 2013 La Classifica di Campionato CRT dopo i primi 5 round 01- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP13 – 28 02- Hector Barbera – Avintia Blusens – BQR FTR – 13 03- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP13 – 11 04- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – 8 05- Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – PBM 01 – 3 06- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – 3 07- Yonny Hernandez – Paul Bird Motorsport – ART GP13 – 3 08- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – ART GP13 – 2 09- Hiroshi Aoyama – Avintia Blusens – BQR FTR – 1

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy