MotoGP Le Mans Prove Libere 2: Stoner con un altro passo

MotoGP Le Mans Prove Libere 2: Stoner con un altro passo

Recupera Simoncelli, non Rossi ai margini della top 10

Commenta per primo!

Quando gli avversari entrano ed escono dai box effettuando più “run” possibili per cercare la retta via, Casey Stoner spigola le curve del tracciato “Bugatti” di Le Mans e vola sotto l’1’34”. Come al mattino, anche nella pomeridiana sessione di prove libere il Campione del Mondo 2007 viaggia con un altro passo rispetto agli inseguitori fermando i cronometri sull’1’33″782: tradotto, 4 decimi sul suo più diretto avversario Marco Simoncelli, quasi 7 nei confronti di Dani Pedrosa che, sebbene non sia riuscito a migliorare la prestazione mattutina, completa un terzetto di Honda RC212V targate HRC nella top-3.

Stoner fa la differenza sulla performance assoluta, ma anche sul ritmo in proiezione gara: tre “stint” niente male, l’ultimo con 5 tornate consecutive su riferimenti inavvicinabili per gli altri e complessivamente tre volte sotto l’1’34”. Marco Simoncelli e Dani Pedrosa rescono a metterne insieme rispettivamente 9 e 7 sull’1’34” alto, 6 consecutivi per Jorge Lorenzo che insegue in quinta posizione con una Yamaha che, all’apparenza, soccombe alle Honda ufficiali in un tracciato storicamente adibito ad esaltare le doti della YZR M1.

La sorpresa di questa sessione è di trovare Nicky Hayden in quarta piazza, con un buon giro messo a segno nel finale riducendo il gap a 870 millesimi dall’ex compagno di squadra. D’altronde, Stoner a parte, sono tutti in una manciata di centesimi, dalla quarta posizione detenuta dall’iridato 2006 a Randy De Puniet 11° con la Ducati-Pramac. Nel bel mezzo spuntano anche Andrea Dovizioso, Ben Spies, Hiroshi Aoyama e Valentino Rossi, 9° con 21 giri all’attivo, ma non abbastanza per staccarsi dal gruppo degli inseguitori.

Sarà l’ormai celebre “passo del gambero” tra un turno e l’altro di prove, o il telaio modificato della propria Ducati Desmosedici GP11 domani gli consentirà di attaccare quantomeno la seconda fila? Questa la speranza del 9 volte Campione del Mondo, più complicata la rincorsa per Loris Capirossi 13° a 1″6, preceduto da Cal Crutchlow caduto nel finale al tornante “Garage Vert”. A oltre 2 secondo invece Hector Barbera, Alvaro Bautista (nuovo telaio Suzuki a disposizione), Toni Elias e Karel Abraham a completare il lotto dei partenti della MotoGP a Le Mans.

MotoGP World Championship 2011
Le Mans, Classifica Prove Libere 2

01- Casey Stoner – Repsol Honda Team – Honda RC212V – 1’33.782
02- Marco Simoncelli – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 0.404
03- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 0.696
04- Nicky Hayden – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP11 – + 0.870
05- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing Team – Yamaha YZR M1 – + 0.877
06- Andrea Dovizioso – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 0.923
07- Colin Edwards – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.157
08- Hiroshi Aoyama – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 1.177
09- Valentino Rossi – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP11 – + 1.184
10- Ben Spies – Yamaha Factory Racing Team – Yamaha YZR M1 – + 1.194
11- Randy De Puniet – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP11 – + 1.216
12- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.376
13- Loris Capirossi – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP11 – + 1.601
14- Hector Barbera – Mapfre Aspar Team – Ducati Desmosedici GP11 – + 2.120
15- Alvaro Bautista – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – + 2.210
16- Toni Elias – LCR Honda MotoGP – Honda RC212V – + 2.522
17- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – Ducati Desmosedici GP11 – + 2.545

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy