MotoGP Laguna Seca Qualifiche: pole capolavoro di Lorenzo

MotoGP Laguna Seca Qualifiche: pole capolavoro di Lorenzo

Batte per 74 millesimi Stoner, in difficoltà Rossi

Commenta per primo!

Laguna Seca non tradisce mai. Nel turno unico di qualifiche ufficiali del Red Bull U.S. Grand Prix 2012 Jorge Lorenzo realizza, proprio allo scadere, una pole capolavoro. Anticipata a 6 minuti dal termine con il nuovo giro record in 1’20″693 (7 millesimi sotto il primato di Stoner del 2008), il Campione del Mondo 2010 ha prontamente risposto al giro veloce proprio di Casey Stoner nelle battute finali della sessione: 1’20″628 per l’australiano, un incredibile 1’20″554 per “Porfuera”. Sono bastati soltanto 74 millesimi al maiorchino per aggiudicarsi la 21esima pole in carriera nella classe regina, la 47esima nelle tre classi del Motomondiale, la terza stagionale a seguito della “doppietta” nei primi due round tra Losail e Jerez.

Una prestazione da rimarcare per un Lorenzo nuovamente in versione “Black Mamba”, un pizzico di rammarico per Casey Stoner costretto ad abortire due giri veloci (il primo per il traffico dell’ora di punta, il secondo per un proprio errore), riuscendo a limitare i danni nel terzo tentativo tanto da ritrovarsi in pole position provvisoria. Il due vincitore (2007 e 2011) del GP di Laguna Seca domani farà di tutto per pareggiare i conti a Monterey con John Kocinski e Wayne Rainey, due leggende che vantano lo stesso numero di affermazioni su questo tracciato nel Motomondiale, incontrando un Lorenzo in gran spolvero sul passo gara (ieri 14 giri sotto l’1’22”) ed un Dani Pedrosa terzo sì in griglia, ma trovandosi bene con la “nuova” Honda RC213V (telaio e motore).

Scatteranno dalla seconda fila le restanti tre Yamaha M1 dello schieramento di partenza con Ben Spies, vittima di una brutta caduta nel finale, 4° a precedere gli alfieri Tech 3 Cal Crutchlow e Andrea Dovizioso lasciando la prima Ducati GP12 di Nicky Hayden in ottava posizione tra le Honda “Clienti” di Alvaro Bautista (7°) e Stefan Bradl, 9° all’esordio a Laguna Seca. Scatterà invece soltanto dalla quarta fila Valentino Rossi, 10° e, strano da dirsi, “braccato” a 0″342 dalla ART-CRT di Randy De Puniet “poleman” tra i Claiming Rule Team seguito dal proprio compagno di squadra Aleix Espargaro e l’idolo di casa Colin Edwards.

Rientri problematici invece per Karel Abraham (14°) e Toni Elias (16° da sostituto dell’infortunato Hector Barbera al Pramac Racing Team), buon 16° Michele Pirro con la FTR-Honda CRT del Team Gresini seguito da Mattia Pasini (18°, a terra nel finale alla curva 10) e Danilo Petrucci (19° con la Ioda TR003), terzetto che ha contenuto lo svantaggio a meno di 4″ a scapito di James Ellison, Ivan Silva e Steve Rapp, wild card con la esordiente APR di Attack Performance spinta dal propulsore Kawasaki ZX-10R centrando l’obiettivo del week-end: qualificarsi per la gara grazie al crono siglato nelle terze libere, mentre nelle qualifiche è risultato fuori dal tempo-limite del 107 %.

MotoGP World Championship 2012
Laguna Seca, Classifica Qualifiche

01- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – 1’20.554
02- Casey Stoner – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.074
03- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.352
04- Ben Spies – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.540
05- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.714
06- Andrea Dovizioso – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.985
07- Alvaro Bautista – San Carlo Honda Gresini – Honda RC213V – + 1.178
08- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 1.180
09- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 1.199
10- Valentino Rossi – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 1.990
11- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP12 – + 2.332 (CRT)
12- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP12 – + 2.521 (CRT)
13- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – Suter BMW – + 3.145 (CRT)
14- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – Ducati Desmosedici GP12 – + 3.150
15- Yonny Hernandez – Avintia Blusens – BQR MotoGP – + 3.215 (CRT)
16- Michele Pirro – San Carlo Honda Gresini – FTR Honda MGP12 – + 3.323 (CRT)
17- Toni Elias – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 3.344
18- Mattia Pasini – Speed Master Team – ART GP12 – + 3.463 (CRT)
19- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda TR003 – + 3.673 (CRT)
20- Ivan Silva – Avintia Blusens – BQR MotoGP – + 4.006 (CRT)
21- James Ellison – Paul Bird Motorsport – ART GP12 – + 4.161 (CRT)
22- Steve Rapp – Attack Performance – Attack Performance APR – + 6.333 (CRT)

Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy