MotoGP Laguna Seca Prove Libere 1: Stoner imprendibile

MotoGP Laguna Seca Prove Libere 1: Stoner imprendibile

Alle sue spalle Lorenzo, Rossi è sesto dietro Spies

Commenta per primo!

Al suo primo giro era già 1″3 più veloce di tutti. Non bisogna stupirsi nel trovare Casey Stoner al comando della MotoGP a Laguna Seca nella prima sessione di prove libere, con un tempo da qualifica (1’21″699) ottenuto girando per praticamente tutti i 60 minuti di attività con una sola Ducati a disposizione. L’australiano ha messo insieme 26 giri totale, ma tre “run” sempre sull’1’22” basso senza quasi mai toccare l’1’23” muro da battere per i suoi concorrenti. D’altronde Stoner è in un buon momento e a Laguna Seca nel 2007 dominò tutti i turni di prove, sfiorando il bis la stagione successiva prima del duello con Valentino Rossi…

Un avvio convincente per l’australiano futuro pilota HRC che si è lasciato alle spalle Jorge Lorenzo, 233 millesimi al cronometro, ma non il solito passo da favorito annunciato. Il leader del mondiale ha lavorato come sempre con metodo prendendo il secondo riferimento davanti alle Honda ufficiali di Andrea Dovizioso e Dani Pedrosa, protagonisti di un buon avvio, meglio rispetto alle ultime uscite stagionali: tenendo conto dello stato di forma del catalano, sarà un contendente in più per la vittoria.

Difficile fare pronostici e valutazioni verosimili su Valentino Rossi, 6° tempo a quasi 1″ da Stoner, 7 decimi dal compagno di squadra in questo primo turno di attività al Mazda Raceway di Laguna Seca. Va detto che il campione del mondo in carica ha girato e molto con le gomme di mescola più dura a disposizione, già in ottica gara senza visibilmente soffrire più di tanto su questo tracciato.

Per il momento Rossi è comunque preceduto di 20 millesimi in classifica anche da Ben Spies, uno che a Laguna Seca conquistò l’ultimo dei suoi tre titoli AMA Superbike battendo in volata Mat Mladin, correndo anche nella stessa stagione come wild card in MotoGP con Suzuki. Oggi in Yamaha Tech 3 l’iridato Superbike in carica parte bene ed è il miglior yankee, con Nicky Hayden e Colin Edwards poco dietro, Roger Hayden ultimo ma accusando “soltanto” 3 secondi e 7 al debutto con la Honda LCR orfana di Randy De Puniet.

Con Marco Simoncelli 12° e a terra nei primi minuti alla piega della curva 4, il team Gresini porta Marco Melandri in nona posizione, con Aleix Espargaro 10° e primo degli esordienti a Laguna Seca. Logicamente indietro le Suzuki con Capirossi 15° e Bautista 16°, sverniciati a metà sessione da Casey Stoner già imprendibile in California.

MotoGP World Championship 2010
Laguna Seca, Classifica Prove Libere 1

01- Casey Stoner – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP10 – 1’21.699
02- Jorge Lorenzo – Fiat Yamaha Team – Yamaha YZR M1 – + 0.233
03- Andrea Dovizioso – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 0.526
04- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 0.860
05- Ben Spies – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.941
06- Valentino Rossi – Fiat Yamaha Team – Yamaha YZR M1 – + 0.961
07- Nicky Hayden – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 1.203
08- Colin Edwards – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.272
09- Marco Melandri – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 1.322
10- Aleix Espargaro – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 1.994
11- Mika Kallio – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 2.126
12- Marco Simoncelli – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 2.303
13- Hector Barbera – Paginas Amarillas Aspar – Ducati Desmosedici GP10 – + 2.627
14- Alex De Angelis – Interwetten Honda MotoGP – Honda RC212V – + 2.916
15- Loris Capirossi – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – + 3.011
16- Alvaro Bautista – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – + 3.332
17- Roger Hayden – LCR Honda MotoGP – Honda RC212V – + 3.733

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy