MotoGP Aragon Qualifiche: Lorenzo in pole per 0″088 su Pedrosa

MotoGP Aragon Qualifiche: Lorenzo in pole per 0″088 su Pedrosa

Crutchlow in prima fila, disastro per le Ducati a terra

Commenta per primo!

Sul giro da qualifica, Jorge Lorenzo non deve invidiare nulla a nessuno. Lo testimonia il curriculum in materia di pole position conquistate in carriera, lo ha dimostrato oggi al MotorLand Aragon riuscendo a prevalere nel confronto diretto con il suo più diretto avversario nella corsa al titolo iridato, Dani Pedrosa. Dopo una “sfuriata” iniziale di Cal Crutchlow, ben presto i duellanti al mondiale 2012 si sono ritrovati in corsa per la pole in un avvincente testa-a-testa risolto a vantaggio del pilota maiorchino, in pole grazie al crono di 1’49″404 e per soli 88 millesimi di vantaggio rispetto al proprio connazionale, penalizzato inizialmente da una rovinosa caduta dopo 7 minuti (al terzo giro di pista) all’altezza della curva 12 demolendo la prima Honda RC213V Factory Spec. a disposizione, nel finale dal consueto “traffico dell’ora di punta” con David Salom e Valentino Rossi davanti a sé.

Sfuma così la pole-regalo nel giorno del suo 27esimo compleanno per Pedrosa, non manca questo appuntamento (riscattando i 18 millesimi accusati dal rivale nelle prove ufficiali di Misano) “Porfuera” al quinto sigillo in qualifica stagionale dopo Losail, Jerez, Indianapolis e Brno, il 23esimo in carriera in MotoGP, il 49esimo nelle tre classi del Motomondiale. Tempi alla mano dell’unico turno su pista asciutta disputatosi nel week-end sarà ancora una volta “Lorenzo Vs Pedrosa” il leit motiv (pioggia permettendo) della gara in programma domani alle 14:00, con possibili incursioni al vertice di Cal Crutchlow, 3° e per la sesta volta in prima fila quest’anno, nuovamente beffato nell’assalto alla pole per una manciata di millesimi: soltanto nelle ultime tre gare erano 196 a Brno, 144 a Misano, 172 oggi.

Arriverà certamente nel prossimo futuro questa soddisfazione per l’alfiere di Yamaha Tech 3 (la velocità sul giro da qualifica non è in discussione: 10 pole su 14 presenze in Supersport nel 2009, 6 su 13 nel mondiale Superbike 2010), pur sempre in prima fila a scapito della Yamaha Factory di Ben Spies, di un sempre più positivo Stefan Bradl (5° con la Honda “Clienti” del team LCR: che splendida realtà di questa stagione!) e del proprio compagno di squadra Andrea Dovizioso, sesto a completare la seconda fila. Aprirà la terza con una progressione da rimarcare Jonathan Rea, 7° limitando a 1″ e spiccioli lo svantaggio dal poleman Lorenzo, il tutto dopo aver perso un’altra giornata (e mezza) di prove nella necessità di trovare il feeling con la Honda RCV ufficiale orfana dell’infortunato Casey Stoner.

Bravissimo il 25enne nordirlandese dal 2003 ad oggi “bandiera” Honda nelle più disparate categorie (MotoGP, Superbike, Supersport, BSB e 8 ore di Suzuka), capace di lasciarsi alle spalle un trio di Desmosedici in una giornata “stile Silverstone” per la Ducati: tanto Valentino Rossi (8° a 1″545) quanto Nicky Hayden (9° a 64 millesimi dal proprio compagno di squadra) sono volati a terra nel corso della sessione ritrovandosi davanti per 1/10 e poco più rispetto alla GP12 Sat ex-GP Zero di un acciaccato Hector Barbera, ma anche alla ART-Aprilia CRT (!) di Aleix Espargaro, undicesimo assoluto con un vero e proprio tempone a 1″678 dalla pole. Sempre a proposito dei rappresentanti dei Claiming Rule Team, Randy De Puniet è 2° di classe ad un soffio dalla Honda MotoGP di Alvaro Bautista (inspiegabilmente dodicesimo), poco staccati anche i nostri Michele Pirro (15°, FTR Honda Ten Kate del Team Gresini) e Mattia Pasini (16°, ART Speed Master) con Danilo Petrucci 18° al secondo gettone di presenza con la Ioda Suter BMW.

MotoGP World Championship 2012
MotorLand Aragón, Classifica Qualifiche

01- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – 1’49.404
02- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.088
03- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.172
04- Ben Spies – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.344
05- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 0.630
06- Andrea Dovizioso – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.837
07- Jonathan Rea – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 1.006
08- Valentino Rossi – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 1.545
09- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 1.609
10- Hector Barbera – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 1.668
11- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP12 – + 1.678 (CRT)
12- Alvaro Bautista – San Carlo Honda Gresini – Honda RC213V – + 1.751
13- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP12 – + 2.055 (CRT)
14- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – Ducati Desmosedici GP12 – + 2.117
15- Michele Pirro – San Carlo Honda Gresini – FTR Honda MGP12 – + 3.202 (CRT)
16- Mattia Pasini – Speed Master Team – ART GP12 – + 3.234 (CRT)
17- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – Suter BMW – + 3.449 (CRT)
18- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 3.736 (CRT)
19- Yonny Hernandez – Avintia Blusens – BQR FTR – + 3.829 (CRT)
20- James Ellison – Paul Bird Motorsport – ART GP12 – + 4.315 (CRT)
21- David Salom – Avintia Blusens – BQR FTR – + 5.886 (CRT)

Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy