MotoGP: Alex De Angelis con Interwetten Honda

MotoGP: Alex De Angelis con Interwetten Honda

Dal Sachsenring sostituirà l’infortunato Hiroshi Aoyama

Il team Interwetten Honda per sostituire Hiroshi Aoyama ha puntato su Alex De Angelis. Il pilota sammarinese, già in MotoGP nelle stagioni 2008 e 2009 con il team Gresini, farà così il proprio ritorno nella top class con una Honda RC212V grazie all’accordo trovato con la mediazione di HRC e del RSM Team Scot, squadra per cui corre De Angelis in Moto2.

Alex correrà per quattro-cinque gare (il rientro di Aoyama è previsto per il GP di Aragona ad Alcaniz del mese di settembre) cercando di replicare i buoni risultati della stagione 2009 a cominciare dal Sachsenring. Al rientro di Aoyama De Angelis tornerà a correre in Moto2 sempre con RSMT Team Scot.

Per me è una buona occasione e sono molto felice“, ammette Alex De Angelis. “E’ una squadra ben assortita e potrò correre con la Honda nuovamente in MotoGP. Penso correrò quattro o cinque gare, abbastanza per migliorare il bilanciamento della moto. Possiamo ottenere dei buoni risultati, anche se sarà difficile: io farò del mio meglio per non deludere la squadra. Mi piacciono tutti i tracciati dove correremo e non vedo l’ora di affrontare questa sfida“.

Daniel Epp, titolare del Paddock GP Racing Team (conosciuto in MotoGP con la denominazione di “Interwetten Honda“) ha spiegato la scelta di Alex De Angelis aspettandosi il rientro di Hiroshi Aoyama per il mese di settembre.

Questa è una soluzione che soddisfa tutti“, spiega Daniel Epp. “Voglio sottolineare che aspettiamo tutti Hiroshi (Aoyama), speriamo di averlo con noi dalla gara di Motorland Aragon, ma il team deve andare avanti nel proprio progetto e siamo felici di avere Alex con noi, un pilota esperto della categoria e con la Honda. Lo scorso anno a Indianapolis, ad esempio, ha dimostrato tutto il suo valore: conosce i tracciati dove correremo e ci aspettiamo molto da lui“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy