MotoGP: al Sachsenring “tuffo” nel passato con Read, Bradl, Redman..

MotoGP: al Sachsenring “tuffo” nel passato con Read, Bradl, Redman..

Parata di stelle del passato e presente al Sachsenring

di Redazione Corsedimoto

Confermato nel calendario del Motomondiale fino alla stagione 2016 compresa, Dorna Sports ed il Sachsenring-Rennstrecken Management GmbH, gestori dell’impianto, hanno riservato una gradita sorpresa ad appassionati e addetti ai lavori alla vigilia dell’eni Motorrad Grand Prix Deutschland 2012. Nel (breve) rettifilo dei box, piloti del presente come Stefan Bradl (LCR Honda MotoGP) e Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech 3) e del passato del calibro di Helmut Bradl e del pluri-Campione del Mondo Phil Read si sono scambiati, seppur soltanto per qualche metro, le proprie moto. In questa “riunione di famiglia” Helmut Bradl, vincitore di 5 GP nel mondiale 250cc tra gli anni ’80 e ’90, non soltanto è salito in sella alla propria Honda NSR250 con le grafiche originali del Team AB, ma anche alla Honda RC213V MotoGP del proprio primogenito Stefan. “Credo che la sorpresa più bella sta nel fatto che dopo 21 anni sono entrato nella mia tuta da gara“, ha commentato Helmut. “E’ stato veramente speciale stare al fianco di mio figlio sulla griglia di partenza e devo ringraziare tutta la squadra, e specialmente Lucio, per questa sorpresa incredibile. In questa parata di stelle non sono mancati nemmeno Angel Nieto (12+1 volte Campione del Mondo), Jim Redman (4 titoli tra 250 e 350cc) e Anton “Toni” Mang (l’ultimo tedesco Campione del Mondo prima di Stefan Bradl), così come Phil Read, 7 titoli all’attivo in tre classi (125, 250, 500cc), “a confronto” con la propria Yamaha 250 RD05A del 1968 in rettilineo con la YZR M1 1000cc MotoGP del Team Tech 3 di Cal Crutchlow.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy