Ducati: per Dovizioso e Hayden niente GP13 Lab ad Assen

Ducati: per Dovizioso e Hayden niente GP13 Lab ad Assen

Dopo i test i due proseguiranno con l’attuale D16 GP13

di Redazione Corsedimoto

Dopo due test tra Mugello e Barcellona, il team ufficiale Ducati ha deciso: questo fine settimana al TT Circuit Van Drenthe di Assen Andrea Dovizioso e Nicky Hayden proseguiranno con l’attuale Ducati Desmosedici GP13, posticipando l’adozione della GP13 “Laboratorio” a “Gran Premio da destinarsi”. Questa la scelta condivisa dai due piloti a cominciare da Andrea Dovizioso, che ha così motivato questa sua decisione.

Prima di tutto in Olanda farà senz’altro meno caldo che a Barcellona e questo può giocare solo a nostro favore“, spiega Andrea Dovizioso. “Il circuito di Assen non è più com’era tanti anni fa, quando era una delle piste più belle del calendario motomondiale, ed inoltre è completamente diversa dalle ultime piste su cui abbiamo corso quest’anno. Sono quindi curioso di vedere come può andare la Desmosedici ad Assen: utilizzeremo la stessa moto di Barcellona e per ora non utilizzeremo il nuovo telaio“.

Proseguirà con l’attuale Ducati Desmosedici GP13 anche Nicky Hayden, carico e motivato dopo una breve vacanza nella sua città natale. “E’ stato bello per me tornare a casa in Kentucky per un weekend, per la prima volta dopo tanto tempo, ma ora le mie batterie sono di nuovo cariche e sono pronto per affrontare nel modo migliore le tappe prima della pausa estiva. Le prossime tre gare si svolgono tutte su piste che mi piacciono molto, e Assen in particolare è un grande circuito con una grandissima storia. E’ un tracciato unico e divertente. Speriamo di poter utilizzare le informazioni accumulate nel test di Barcellona per mettere a punto la mia moto e fare una buona gara“.

Vittoriano Guareschi, Team Manager Ducati MotoGP, spiega quale sono sensazioni ed obiettivi della squadra alla vigilia del Dutch TT 2013. “Assen è un circuito molto guidato, dove è importante riuscire a fare un setup che renda la moto maneggevole e che comunque le consenta di affrontare l’ultima parte veloce, l’unica parte rimasta del vecchio circuito, con sufficiente stabilità. Dovremo lavorare molto bene sul setup per evitare i problemi che abbiamo avuto lo scorso anno, e quindi saranno necessari un buon bilanciamento e una buona durata delle gomme. Entrambi i nostri piloti hanno ottenuto dei buoni risultati qui nel passato: a Nicky piace molto la pista, ad Andrea un po’ meno, ma comunque ci sono le premesse per fare una buona gara ad Assen“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy