Casey Stoner: “Ancora chattering, ma le sensazioni sono buone”

Casey Stoner: “Ancora chattering, ma le sensazioni sono buone”

L’australiano è felice dell’ultima giornata di test

di Redazione Corsedimoto

Dopo la defaillance della seconda giornata di test svoltasi ieri a Sepang, Casey Stoner è tornato in sella oggi, assieme al Repsol Honda Team, facendo segnare il miglior crono dei test di 2’00.473. Un risultato importante che conferma la bontà del pacchetto a disposizione e l’estrema competitività del Campione del Mondo in carica.

Tempi a parte, Stoner ed il suo staff hanno lavorato a lungo sulle regolazioni della RC213V, concentrandosi soprattutto sul lavoro a livello di elettronica e di telaio, per ovviare ad un problema di chattering presente sulla moto. Questo inconveniente, come dalle stesse parole dell’australiano, non è ancora stato risolto, sebbene alcuni miglioramenti si siano visti dopo una variazione dell’interasse.

“Ancora una volta non siamo riusciti a trarre profitto da tutti e tre i giorni di test qui a Sepang” ammette Casey Stoner. “Nella prima giornata siamo riusciti a compiere solamente 16 giri prima dell’arrivo della pioggia, ieri invece non siamo proprio saliti in sella. Oggi è stato quindi ottimo l’aver potuto sfruttare il bel tempo, l’esser potuti scendere in pista e l’aver provato differenti soluzioni sulla moto. Abbiamo testato diverse cose a livello di l’elettronica, al fine di ottenere un comportamento del motore vicino alle nostre esigenze.

Abbiamo inoltre provato ad accorciare l’interasse, per ridurre il chattering, ma ci siamo riusciti soltanto in parte. Al momento non siamo in grado di eliminarlo del tutto, quindi abbiamo molto lavoro da fare.

Il bilanciamento del telaio dà buone sensazioni e lo stesso vale per la trazione, in curva si comporta bene ma dobbiamo davvero fare in modo di eliminare il chattering. Complessivamente siamo contenti della moto.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy