Cal Crutchlow: “La Ducati? Un primo test positivo”

Cal Crutchlow: “La Ducati? Un primo test positivo”

Debutto con la Ducati Desmosedici GP13 a Valencia

Commenta per primo!

Alle 13:26 di lunedì 11 novembre 2013 è iniziata ufficialmente l’avventura in Ducati di Cal Crutchlow. Seguito dal box Ducati Team da Luigi Dall’Igna (nuovo Direttore Generale Ducati Corse) e Daniele Romagnoli (riconfermato suo capotecnico dopo un positivo triennio in Yamaha Tech 3), “The Dog” ha effettuato un primo “run” di 9 giri consecutivi, 7 cronometrati: un primo passaggio sul traguardo in 1’42″872, secondo in 1’38″016, a seguire 1’35″808, 1’34″585, 1’34″120, 1’38″719 ed un conclusivo 1’34″253 prima di rientrare in pit-lane. Da quel momento in avanti l’ex Campione del Mondo Supersport ha evidenziato una notevole progressione sul piano cronometrico tanto da chiuder la giornata con un miglior giro in 1’32″054, a soltanto 111 millesimi dal ritrovato compagno di squadra Andrea Dovizioso.

Un inizio positivo“, ha spiegato Cal Crutchlow. “Ovviamente è tutto nuovo per me, una situazione completamente diversa da quella a cui ero abituato in questi anni. In ogni caso è stato bello iniziare questa nuova sfida e lavorare con il team ufficiale Ducati.

Oggi ho fatto tutto quello che si deve fare in un primo giro di lavoro, devo dire che è stato interessante conoscere la moto, l’elettronica, la squadra, tante cose che ci serviranno per i prossimi mesi. La squadra ha ascoltato le mie indicazioni, sono anche felice di avere con me Daniele Romagnoli: è italiano come gran parte dei tecnici Ducati, questo è sicuramente d’aiuto.

Complessivamente sono soddisfatto: naturalmente non cambieremo tutto da un giorno all’altro, lavoreremo per gradi partendo dalla base di oggi, un primo passo senza dubbio positivo“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy