MotoGP Test Phillip Island: Day 1, le dichiarazioni dei piloti

MotoGP Test Phillip Island: Day 1, le dichiarazioni dei piloti

I commenti dei piloti della MotoGP al termine del primo giorno di Test al Phillip Island Grand Prix Circuit condizionato dalla pioggia

Commenta per primo!

Danilo Petrucci (Octo Pramac Yakhnich) 1°

Sul bagnato avevamo deciso di non girare per non prendere rischi inutili, poi l’asfalto si è asciugato e ho fatto due run. Queste due uscite sono più che altro servite per capire come adattare la GP15 a questo tracciato, decisamente diverso rispetto a Sepang, così da partire alla grande nei prossimi due giorni nell’eventualità di pista asciutta. Ad un certo punto mi sono ritrovato davanti a tutti: come vedete mi sto come specializzando a fare il miglior tempo quando conta il giusto… devo dire che è una specializzazione piacevole! Le gomme? A me le Michelin stanno piacendo molto, anche quelle da bagnato non sono affatto male“.

Maverick Vinales (Team Suzuki Ecstar) 2°

Le condizioni oggi erano molto difficili, ma siamo riusciti a completare qualche giro ed è stato indubbiamente positivo. Vero che non abbiamo provato nulla di specifico, bensì abbiamo soltanto verificato qualche accorgimento elettronico in vista di domani. Rispetto al 2015 ho più fiducia, ho maturato un’esperienza che oggi mi consente di dare dei feedback ai miei ingegneri sullo sviluppo della moto. La nuova elettronica sta mettendo tutti i piloti sotto pressione, ci sono tante cose da scoprire, ma nel contempo ci rende entusiasti di poter provare qualcosa di nuovo. Da Sepang abbiamo compiuto dei progressi che speriamo di ribadire nel prosieguo dei test“.

Bradley Smith (Monster Yamaha Tech 3) 3°

Se devo esser sincero sono abbastanza soddisfatto di com’è andata oggi. Il tempo ha sicuramente interferito, ma in ogni caso siamo riusciti a concentrarci su dei piccoli dettagli dopo Sepang. Con l’elettronica bisogna spendere tanto tempo per trovare il giusto compromesso, così oggi, con le lunghe pause per la pioggia, ci siamo riusciti. Quando siamo scesi in pista sapevamo che ci sarebbero stati pochi giri utili, ma 7-8 tornate sono state sufficienti per dei riscontri positivi, meglio rispetto al 2015 quando avevo faticato. Inoltre mi sono divertito molto a girare su pista bagnata, avevo un gran feeling e questo testimonia che stiamo andando nella giusta direzione“.

Scott Redding (Octo Pramac Yakhnich) 4°

Ho fatto 41 giri ma non sono stati tutti così utili. E’ stato un buon allenamento nella pioggia e abbiamo fatto qualche giro sull’asciutto. Alla fine abbiamo fatto due cose che volevamo fare anche se mi sarebbe piaciuto poter avere più continuità invece che entrare ed uscire continuamente dal box a causa del meteo. Il tempo sul giro è ok anche perchè stiamo ancora lavorando sulla moto e le condizioni trovate oggi non erano esattamente le migliori. Le gomme rain? Ho avuto un buon feeling. L’unico problema per me è stato l’acqua-planning in quanto in qualche occasione ho perso aderenza con la posteriore. Ma devo dire che le sensazioni sono comunque buone anche sul comportamento delle nuove gomme“.

Cal Crutchlow ancora in sella alla RC213V 2015

 

Cal Crutchlow (LCR Honda) 5°

C’è poco da dire… abbiamo perso un giorno intero di lavoro a causa del maltempo. Siamo usciti con le gomme da bagnato ma la pista si asciugava rapidamente. Verso la fine abbiamo montato le slick e subito dopo ha cominciato a piovere un’altra volta quindi non abbiamo avuto abbastanza tempo per raccogliere informazioni utili. . Siamo soddisfatti della moto sul bagnato ma ci sono molte cose da provare e speriamo che il tempo migliori domani. Io amo questo tracciato e vorrei tanto fare un giorno intero di test invece di stare seduto al box ad aspettare“.

Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP) 6°

E’ positivo tornare qui a Phillip Island perchè abbiamo un sacco di cose da provare, in particolare gli pneumatici che sono messi a dura prova su questa pista. Sfortunatamente oggi il meteo non era dei migliori, è cambiato di continuo ed è stato piuttosto frustrante stare fermi ai box e percorrere pochi giri. Speriamo che tra domani e venerdì il tempo sarà migliore, oggi abbiamo compiuto soltanto poche tornate su pista asciutta e bagnata. In questi casi è sempre difficile individuare la giusta finestra per utilizzare le gomme intermedie, ma l’aspetto positivo è che in passato questo non era possibile vista la mancata disponibilità di questa gomma“.

Pol Espargaro (Monster Yamaha Tech 3) 7°

Con pochi giri compiuti oggi è stata una giornata interlocutoria. Ad ogni modo, sebbene abbiamo completato poche tornate, le sensazioni sono state positive, specie su asfalto bagnato. Sfortunatamente non siamo stati in grado di ribadire questi riscontri una volta che la pista ha iniziato ad asciugarsi: è stato un peccato, volevamo fare di più, ma ci sarà l’occasione domani“.

Jack Miller è tornato in sella oggi a Phillip Island
Jack Miller è tornato in sella oggi a Phillip Island

Jack Miller (Estrella Galicia 0,0 Marc VDS) 9°

Sebbene abbiamo percorso pochi giri oggi posso essere abbastanza soddisfatto. Nel breve tempo a disposizione su pista asciutta abbiamo provato tante novità per la moto con riscontri positivi, pertanto mi aspetto che, una volta che migliorerà il meteo, ci ritroveremo dove ci aspettiamo. Quanto al mio infortunio, la gamba va bene, in sella non ho accusato nessun tipo di problema. L’unica cosa è che non posso usare il freno posteriore come vorrei, ma con lo stile di guida posso trovare il modo di compensare questa mancanza“.

Andrea Iannone (Ducati Team) 10°

E’ stata una giornata molto strana: purtroppo oggi il meteo non ci ha consentito di lavorare come avevamo programmato e alla fine sono riuscito a fare solo sette giri nel pomeriggio in condizioni di asciutto con la mia Desmosedici GP 2016. In realtà dobbiamo sperare che nei prossimi due giorni si riesca a girare con maggiore continuità perché abbiamo ancora tante prove da fare. Sono però contento dell’atmosfera molto positiva che si respira all’interno del mio box ed ho molta fiducia nella nuova moto“.

Tito Rabat (Estrella Galicia 0,0 Marc VDS) 11°

Abbiamo fatto il possibile oggi per quanto ci ha concesso il meteo e, tutto sommato, si è trattato di una giornata positiva. Questa mattina ho imparato molto sull’elettronica in condizioni di bagnato, mentre quando la pista si era asciugata non sono riuscito a completare a tutti gli effetti un giro utile pur verificando il feeling con la dura posteriore. Speriamo per il prosieguo dei test che le condizioni meteorologiche possano darci una mano, abbiamo bisogno di girare con l’asciutto“.

Marc Marquez (Repsol Honda Team) 12°

L’elettronica qui va molto meglio che in Malesia, era la prima cosa che mi aspettavo di trovare. Le Michelin su questa pista stanno andando molto bene, soprattutto quella da bagnato. La posteriore ha un grip fantastico, è un passo avanti rispetto alle Bridgestone. Nel complesso questa giornata così imprevedibile ci ha creato qualche problema: Honda aveva fatto un programma di lavoro veramente intenso perché abbiamo tantissime cose da provare, ma a questo punto non sarà possibile fare tutto quello ci aspettavamo. Dovremo fare delle scelte, concentrarci sulle cose che pensiamo siano le più importanti“.

Aleix Espargaro (Team Suzuki Ecstar) 13°

Le condizioni miste, non completamente bagnato o asciutto, hanno reso difficile prevedere quale set-up adottare. Mi sarebbe piaciuto girare a lungo in condizioni di full wet, ma sfortunatamente questo non è stato possibile: in questi casi è sempre importante girare, considerato che quest’anno non mancheranno gare bagnate dalla pioggia. Con il meteo così variabile abbiamo preferito non correr rischi inutili, peccato non aver provato le gomme intermedie, ero molto curioso in tal senso“.

Pochi giri compiuti da Aleix Espargaro

 

Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha MotoGP) 16°

Era importante vedere come si comportava l’elettronica sul bagnato, ma c’è stato poco tempo: sull’asciutto ho fatto solo due giri. Più che altro è stata una giornata strana, soprattutto per le condizioni della pista, delle gomme e della moto. Non direi che sia tutta colpa del meteo, ma sento la Yamaha molto diversa da quella che ho guidato a Sepang. C’è qualcosa che non va come vorrei. Oggi non ho provato la 2016, ho girato solo con la ibrida 2015“.

Dani Pedrosa (Repsol Honda Team) 17°

Oggi ha piovuto sostanzialmente tutto il giorno, soprattutto al mattino. Quando ho visto che la pista era completamente bagnata ho deciso di salire in sella, qui a Phillip Island solitamente il forte vento asciuga l’asfalto rapidamente e non è facile incontrare queste condizioni. Il feeling era buono, nei pochi giri compiuti ho cercato di verificare più aspetti della moto, elettronica e gomme, completamente differenti rispetto al passato. Mi sarebbe piaciuto fare più giri sul bagnato, ma la pista alla fine su certi settori si era asciugata e non è stato possibile. Speriamo domani in un miglioramento del meteo così da proseguire il lavoro di sviluppo in vista dell’inizio della stagione“.

Andrea Dovizioso (Ducati Team) 18°

Onestamente per me quella di oggi è stata una giornata sprecata. Questa mattina forse saremmo dovuti scendere in pista nel momento in cui la pioggia era più intensa, per fare qualche giro in assetto da bagnato. Abbiamo invece preferito aspettare un po’ ma la situazione non è migliorata, con la pista quasi sempre umida. Nel pomeriggio ho fatto un paio di “out-in” con la mia Desmosedici GP, per dare ai miei ingegneri la possibilità di fare alcune verifiche, e adesso spero davvero che domani e venerdì il tempo sia buono e di poter girare a lungo con la nuova moto“.

Fonte Team Media Service

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy