MotoGP: Mike Leitner “KTM corre per vincere, ma dobbiamo essere realistici”

MotoGP: Mike Leitner “KTM corre per vincere, ma dobbiamo essere realistici”

Il direttore tecnico della marca austriaca non si nasconde. “Adesso nel paddock ci rispettano tutti, ma il difficile arriva adesso”

di Michel Dubois/paddock-gp.com
MotoGP: Mike Leitner “KTM corre per vincere, ma dobbiamo essere realistici

Nella sua prima stagione in MotoGP, KTM  è riuscito a salire sei volte nella top ten, con due noni posti ottenuti  a Brno e Phillip Island con Pol Espargaró. Mike Leitner, il team manager della squadra Red Bull KTM ha fatto il punto di questa stagione alla vigilia dei test di Sepang che aprono ufficialmente la sfida MotoGP 2018.

Abbiamo gli stessi obiettivi di tutti gli altri“, ha dichiarato il leader del team KTM. “Vogliamo andare avanti, vogliamo arrivare alla vittoria, è chiaro. Ma dobbiamo essere realistici. In primo luogo, dobbiamo capire i progressi fatti da altri produttori. Le vittorie devono sempre essere l’obiettivo, altrimenti non avrebbe senso scendere in pista. È una competizione, tutti vogliono essere avanti. Tutti lottano per questo, ma è difficile dire dove saremo quando inizierà la stagione. Sappiamo bene che tutto diventa più difficile  man mano che ci avviciniamo al vertice. È così, non possiamo cambiarlo. Ci sono costruttori che hanno già vinto i Campionati del Mondo, che sono poi tornati, non è sempre così competitivi.”

Leitner prosegue così: “Siamo arrivati ​​in MotoGP e abbiamo guadagnato in fretta il rispetto degli avversari. Abbiamo mostrato del potenziale, ora siamo nel gruppo: vogliamo andare avanti, lo stesso obiettivo di tutti. Quando inizi nella classe MotoGP e non sei competitivo all’inizio, gli avversari neanche ti guardano. Ma noi ci siamo fatti conoscere in fretta. Ho ricevuto spesso commenti di altri piloti:  “Ho fatto un giro dietro la tua moto, state diventando competitivi….” Naturalmente i progressi si sono visti anche sul cronometro,  tutti adesso sanno che KTM sta migliorando.”

Il telaio in tubi  d’acciaio rende la KTM unica nella categoria MotoGP. “Per KTM è il concetto giusto, perché si tratta di una filosofia aziendale, non ci interessa nessun’altra soluzione, perché il trasferimento di tecnologia verso la produzione è il fattore che ci interessa di più. Ho lavorato per anni per Honda, che ha un concetto diverso. Ma il modo in cui il veicolo risponde ai cambiamenti è abbastanza simile. D’altra parte, a livello delle sensazioni del pilota, la storia molto diversa “.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy