MotoGP: Chiarita la procedura di partenza, due wild card in Repubblica Ceca

MotoGP: Chiarita la procedura di partenza, due wild card in Repubblica Ceca

La Grand Prix Commission ha chiarito cosa fare in caso di problemi in griglia di partenza. Bradl e Guintoli wild card MotoGP in Repubblica Ceca.

di Diana Tamantini, @dianatamantini

Nella giornata di sabato 5 maggio la Grand Prix Commission si è riunita per prendere alcune decisioni in merito alla partenza in griglia e per ufficializzare la presenza di due wild card nella categoria regina nel corso del Gran Premio della Repubblica Ceca. Presenti al meeting Carmelo Ezpeleta (CEO Dorna), Paul Duparc (FIM), Herve Poncharal (IRTA) e Takanao Tsubouchi (MSMA), oltre a Carlos Ezpeleta (Dorna), Mike Trimby (IRTA, segretario dell’incontro) e Corrado Cecchinelli (Director of Technology).

La prima decisione è più che altro un chiarimento per quanto riguarda la procedura in griglia di partenza, presa anche in seguito a quanto successo in Argentina con Marc Marquez: in caso di stallo del motore, il pilota coinvolto dovrà alzare la mano, senza cercare di far ripartire la moto da solo, una manovra proibita. Sotto la supervisione di un commissario, il pilota verrà accompagnato in pit lane, dove i meccanici forniranno assistenza oppure (e questo solo in MotoGP) effettueranno il cambio di moto.

Come accennato all’inizio, sono poi state approvate due wild card per il Gran Premio della Repubblica Ceca, in programma dal 3 al 5 agosto: si tratta di Stefan Bradl, in azione per il Repsol Honda Team, e di Sylvain Guintoli, coi colori del Team Suzuki Ecstar.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy