MotoGP: Bradley Smith “Per il 2017 punto ad una moto ufficiale”

MotoGP: Bradley Smith “Per il 2017 punto ad una moto ufficiale”

Alla sua quarta stagione consecutiva con Yamaha Tech 3, il pilota britannico guarda già avanti: l’obiettivo per il 2017 è di poter difendere i colori di una casa ufficiale

Nei prossimi giorni la MotoGP tornerà in attività con i primi test di avvicinamento alla stagione 2016 ed i piloti cominciano a porsi qualche obiettivo per il prossimo campionato. Uno di questi è Bradley Smith, il quale affronterà la sua quarta stagione nella categoria regina in sella alla M1 #38 del team Yamaha Tech 3. La sua ‘mission’ è una sola: conquistare una moto ufficiale per il 2017.

Spero di avere una moto ufficiale a tutti gli effetti nel 2017, questo è il mio obiettivo“, ha dichiarato Smith in una recente intervista a Bike Social. “Come raggiungerlo? Devo cercare di diventare il pilota che tutti vogliono, o almeno attirare su di me l’attenzione delle persone“.

Pur non facendosi troppe illusioni, l’inglese ha le idee chiare ed è molto determinato. “Onestamente, non mi aspetto di avere una sella in Yamaha o Honda. Loro possono avere chi vogliono, ma posso mettermi in rilievo e l’unico modo per farlo è essere la miglior moto clienti“.

Le possibilità sono comunque tante. “Ci sono molte case ufficiali adesso, comprese Suzuki e Ducati, mentre KTM tornerà nel 2017. Penso che per allora Suzuki sarà in grado di mostrare il suo potenziale, anzi penso che siano già davanti a noi. A Valencia Aleix Espargaró e Maverick Viñales, soprattutto quest’ultimo, sono stati molto rapidi, quindi penso manchi poco al passo successivo“, ha concluso il vincitore della 8 ore di Suzuka 2015.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy