MotoGP America FP2 E chi lo batte un Marquez così?

MotoGP America FP2 E chi lo batte un Marquez così?

Fantastica sessione di Marc sempre imprendibile in Texas. Iannone si riscatta, è secondo ma a sette decimi. Rossi sesto dietro Lorenzo

Anche in questa seconda sessione di prove libere MotoGP il nome che leggiamo in testa alla classifica è uno solo: parliamo di Marc Marquez, che nonostante una caduta fa sue anche le FP2 con il miglior tempo assoluto di giornata. La seconda posizione è di Andrea Iannone, il più “vicino” a sette decimi dal catalano, mentre è terzo Maverick Viñales. Quinta e sesta posizione rispettivamente per Jorge Lorenzo e Valentino Rossi, gli ultimi ad accusare meno di un secondo di ritardo.

Questo secondo turno di libere non vede un dominio assoluto di Marquez, almeno fino a circa metà turno, quando il catalano della Honda torna in testa rimanendoci fino alla fine. Per buona parte della sessione i distacchi sono decisamente più contenuti rispetto al turno mattutino, ma il tempo finale di Marquez in 2:04.034 allontana nuovamente tutti gli inseguitori.

Da registrare una caduta alla curva 20 per il pilota numero 93, ma il miglior tempo arriva proprio dopo questo “imprevisto”: Marquez si rialza subito riportando la moto ai box e riparte poco dopo stampando il miglior tempo sopra citato. Il più vicino a lui stavolta è Andrea Iannone, che a fine turno abbassa il distacco a sette decimi, mentre in terza posizione c’è Maverick Viñales, che assieme a Scott Redding e Jorge Lorenzo è a otto decimi dalla vetta.

Poco sotto il secondo è Valentino Rossi, sesto a fine turno, mentre dopo di lui i distacchi aumentano. Non riesce ad abbassare la prestazione Andrea Dovizioso per un errore finale e chiude in nona posizione, dietro a Dani Pedrosa e davanti a Cal Crutchlow, mentre Michele Pirro è dodicesimo ad un secondo e mezzo. Da registrare anche la caduta di Eugene Laverty alla curva 2, per fortuna senza conseguenze.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy