Moto2 Catalunya, Prove 1: Primo segnale di Bagnaia, seguono Schrotter e Mir

Moto2 Catalunya, Prove 1: Primo segnale di Bagnaia, seguono Schrotter e Mir

Il leader iridato si impone nel primo turno di prove libere, seguito ex aequo da Schrotter e dal rookie Mir. Unico altro italiano in top ten è Locatelli, 10°.

di Diana Tamantini, @dianatamantini

Francesco Bagnaia batte il primo colpo al Circuit de Barcelona-Catalunya: il leader iridato chiude la prima sessione di prove libere con il miglior tempo, precedendo Marcel Schrotter e Joan Mir, autori dello stesso tempo. Ottavo il vincitore del Mugello Miguel Oliveira, unico altro italiano presente in top ten è Andrea Locatelli, decimo a precedere Lorenzo Baldassarri. Prove libere 2 al via alle 15.05 sulla pista catalana.

Il turno comincia con Bagnaia e Oliveira già in battaglia per conquistare la prima piazza in classifica, seguiti a ruota da Schrotter (alle prese con una moto ‘nervosa’), mentre registriamo anche una caduta per Fenati, a terra dopo un lungo nella ghiaia alla curva 6. Non va meglio a Navarro (rientrato ai box con una moto particolarmente danneggiata), al leader iridato e ad Aegerter, scivolati in incidenti diversi. Da segnalare il ritorno in pista di Gardner, ancora convalescente da un importante infortunio ad una gamba ma determinato a correre al Montmeló, mentre ci sono due wild card in pista, vale a dire Edgar Pons (con AGR Team) e Dimas Ekky Pratama (Astra Honda Racing Team), entrambi nel CEV Moto2 qust’anno.

La lotta a colpi di tempi cronometrati continua con diversi protagonisti, ma la testa della classifica ritorna nelle mani di Bagnaia, il più rapido di queste FP1 davanti a Marcel Schrotter, Joan Mir, Augusto Fernandez (nuovo pilota HP40) e Alex Marquez. La sesta piazza è di Tetsuta Nagashima, che ha preceduto i piloti Red Bull KTM Ajo Brad Binder e Miguel Oliveira, mentre chiudono la top ten Sam Lowes ed Andrea Locatelli. Così gli altri italiani: Lorenzo Baldassarri è 11° davanti a Romano Fenati e Mattia Pasini, Simone Corsi è 16° a precedere Luca Marini, Stefano Manzi è 32°, Federico Fuligni è 34°.

La classifica

Cattura

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy