LIVE MotoGP Test Phillip Island Tutti gli aggiornamenti dalla pista

LIVE MotoGP Test Phillip Island Tutti gli aggiornamenti dalla pista

Seguite con noi il LiveWeb dei Test ufficiali della MotoGP a Phillip Island: in pista a partire dalle 23:45 italiane.

Commenta per primo!

Leggi qui il bilancio di giornata

ore 17:45 (07:45 italiane) Marc Marquez che fenomeno, Rossi subito dietro!

MotoGP Testing - Phillip Island

Uno strepitoso Marc Marquez chiude al comando la prima giornata di test MotoGP a Phillip Island con 1’29″497, ma Valentino Rossi si accoda proprio nel finale portandosi ad appena 186 millesimi dal campione del Mondo. VR46 mette la testa davanti a Maverick Vinales, dopo che a metà pomeriggio lo aveva messo nel mirino prendendogli la scia: comincia a fare caldo nel box Ymaha. Sempre in extremis sale alla ribalda anche Andrea Iannone, terzo tempo a 429 millesimi da Marquez con la Suzuki già in configurazione 2017. Maverick Vinales, a lungo il più veloce, chiude in quarta posizione davanti a Crutchlow, Petrucci, Pedrosa e Dovizioso. Solo undicesimo Jorge Lorenzo ma il neoducatista è a un solo secondo da Marquez, niente male considerando la scarsa conoscenza del mezzo. Da qui a venerdi ne vedremo delle belle…

ore 16.40 (06:40 italiane) ROSSI RISALE CON LA SCIA DI MAVERICK

cover cane maverickA circa un’ora dalla fine non ci sono cambiamenti al vertice: Marquez, Vinales, Crutchlow e Pedrosa. La novità è il guizzo di Valentino Rossi che al 53° dei 54 giri finora percorsi balza in quinta posizione con 1’30″305. Il progresso è merito anche della furbizia: VR46 infatti è riuscito a compiere un  giro dietro il compagno Maverick Vinales, che – una volta accortosi della manovra – ha platealmente rallentato facendosi superare. Al muretto i meccanici Yamaha lato #25 avevano già pronta la segnalazione che vedete nella foto, un cane che fiuta la preda. Ai tempi di Vinales in Suzuki i duetti in qualifica tra il giovane rampante e il vecchio drago erano abbastanza frequenti, con reciproco vantaggio. Ma adesso che sono nello stesso box non è più la stessa cosa… Da registrare la innocua scivolata di Alvaro Bautista (Ducati Aspar Team).

ore 15:10 (05:10 italiane) LA SUZUKI GIA’ PRONTA 

La Suzuki ha concluso in Malesia la selezione del materiale evoluzione per cui Andrea Iannone e Alex Rins hanno giù la GSX-RR che comincerà il Mondiale. “Adesso cominciamo il lavoro di affinamento generale, in particolare dell’elettronica” spiega il capo della squadra corse Davide Brivio. “Stiamo anche provando più a fondo la nuova forcella Ohlins che avevamo assaggiato per qualche giro a Sepang, è lo stesso componente che hanno anche tutte le altre squadre. Durante la stagione arriveranno ulteriori aggiornamenti, per motore e ciclistica, ma non abbiamo ancora un programma preciso.” Intanto in pista la temperatura asfalto è salita a 43°C, al vertice non ci sono variazioni mentre in coda comincia a vedere raggi di luce la KTM che con Pol Espargaro occupa la 15° posizione a 1″411 da Marquez: è sempre un bel distacco ma il passo in avanti rispetto alla Malesia è evidente.

ore 14:40 (04:40 italiane) ROSSI RISCHIA DI CADERE (guarda il video!)

cover VR quasi crashPartenza di test abbastanza complicata per Valentino Rossi che poco dopo metà sessione resta ancorato in undicesima posizione con 1’30″776 realizzato in tarda mattinata. Alla “Siberia” il nove volte campione del Mondo ha anche rischiato di cadere (nella foto) riuscendo però a correggere la perdita d’aderenza della Yamaha M1. A tre ore dal temine è Marc Marquez a guidare il plotone con 1’29″873 segnato al 21° degli appena 29 giri percorsi. Il campione del Mondo precede Maverick Vinales (Yamaha), e i due spagnoli sono gli unici scesi per il momento sotto la barriera di 1’30”. Ricordiamo che nella gara 2016 (in ottobre, con temperature ben più fresche) il giro veloce in gara venne realizzato da Cal Crutchlow (anche vincitore del GP) in 1’29″494. In quella occasione solo quattro piloti (Crutchlow, Marquez, Vinales e Rossi) scesero sotto 1’30”. Il record del circuito è dello stesso Marquez, 1’28″108 ma risale al 2013 ed è poco indicativo: era l’epoca delle Bridgestone e dell’elettronica libera, mentre adesso c’è la centralina unica Magneti Marelli con software base (identico per tutti) limitato per regolamento. Al momento Honda brilla anche con Crutchlow terzo in 1’30″215 e Pedrosa, 1’30″281. Seguono Dovizioso, uno splendito Jonas Folger, poi Lorenzo, Miller, Bautista e Barbera. Molto indietro le Suzuki: Andrea Iannone è 17°, due posizioni dietro Alex Rins.

ore 13:10 (03:10 italiane) QUANTE CADUTE, PILOTI OK

L'Aprilia di Sam Lowes
L’Aprilia di Sam Lowes

Festival di cadute intorno allo scoccare della terza ora di collaudi. Il primo  a scivolare è stato Scott Redding (Ducati Pramac) poi sono volati via in rapida successione alla veloce curva 6 Alvaro Bautista (Ducati Avintia) e Sam Lowes (Aprilia Gresini). Il turno è stato interrotto per permettere agli addetti di risistemare il muro di gomme, segno che gli impatti sono stati violenti. Ecco nella foto a fianco com’è tornata ai box l’Aprilia RS-GP: carenature e sottosella divelte, manubrio di sinistra ciondolante e vari danni ai cablaggi nella parte frontale del mezzo. Intanto al 26° dei 29 giri percorsi Maverick Vinales ha ripreso il comando, unico per adesso a scendere sotto il muro di 1’30”. Il catalano della Yamaha precede Pedrosa, Dovizioso, Marquez, Miller, Barbera e Rossi che con 1’30″776 ha risuperato Lorenzo adesso ottavo.

ore 12:10 (02:10 italiane) SI RIVEDE DANI PEDROSA

Cover Lorenzo box
Jorge Lorenzo

Cambio al vertice: Dani Pedrosa (Honda) svetta con 1’30″281, vicinissimo alla pole 2016 realizzata da Marc Marquez in 1’30″189. Seguono Vinales (ancora fermo al tempo della prima uscita), Dovizioso, Marquez e un Jack Miller molto incisivo sulla pista di casa. Seguono le Ducati di Barbera e Jorge Lorenzo autore di un promettente 1’30″836, quindi a poco più di mezzo secondo dal vertice. Qui in Australia il maiorchino non è partito al rallentatore come in Malesia, segno che l’affiatamento con la Ducati cresce uscita dopo uscita ed è già a buon livello. La GP17 è al momento la moto più veloce in pista con 345.0 km/h segnati da Andrea Dovizioso: persiste un leggero vento favorevole ai piloti sul rettilineo principale. Intanto la temperatura asfalto sale a 33,8 °C.

ore 11:15 (01:15 italiane) RINGHIO DI MAVERICK VINALES

cover MVK box
Maverick Vinales

Allo scoccare della prima ora tutti i piloti sono già scesi in pista. Il più veloce è Maverick Vinales che alla prima uscita con la Yamaha M1 segna un considerevole 1’30″359 precedendo le Ducati di Andrea Dovizioso ed Hector Barberà. Quarto tempo per Valentino Rossi, 1’31″016 anche lui al primo run, di sei giri complessivi.  Jorge Lorenzo, uno dei primi ad entrare in pista, si scalda segnando 1’31″452 (ottava prestazione). Intanto la temperatura asfalto è salita a 28°C con il sole che sta facendo capolino tra le nubi. Secondo le previsioni, qui sempre molto puntuali, questa dovrebbe essere la giornata più “calda” delle tre previste: giovedi e venerdi il cielo sarà coperto e si dovrebbe girare con asfalto ben più fresco, quindi condizioni simili a quelle che di norma la MotoGP incontra ad ottobre, cioè ad inizio primavera australe.

ore 10: 20 (00:20 italiane) SI PARTE!

Test iniziati! Il primo a scendere in pista è Scott Redding, seguito pochi minuti dopo dal compagno di squadra Danilo Petrucci. Sono i primi passaggi di installazione per la coppa di Ducati Pramac, con riferimenti molto alti. Come annunciato non girerà Tito Rabat ancora convalescente per le fratture rimediate nella precedente tornata di collaudi a Sepang. Qui a Phillip Island g le prove andrano avanti fino al venerdi 17 febbraio. L’attività invernale si concluderà in Qatar (10-12 marzo) due settimane prima dell’apertura del Mondiale, sempre a Losail il 26. Meteo: cielo leggermente coperto, temperatura esterna 14°C e asfalto intorno ai 21°C. La sessione si concluderà alle 17:45 locali, le 7:45 italiane.

Direttamente dalla pista, Corsedimoto.com seguirà i Test ufficiali della MotoGP in programma al Phillip Island Grand Prix Circuit da mercoledì 15 a venerdì 17 febbraio. A partire dalle 9:45 locali (le 23:45 italiane) torneranno in azione gli attesi protagonisti della classe regina, alla loro seconda uscita 2017 dopo la precedente tornata di Test andata in scena a Sepang.

Seguite con noi il LiveWeb: minuto per minuto news, dettagli tecnici, statistiche, tempi e tutto quello che c’è da sapere per non perdere un solo istante dei test della MotoGP a Phillip Island.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy