Supersport 300 Germania: Superpole, Strepitosa pole di Alfonso Coppola

Supersport 300 Germania: Superpole, Strepitosa pole di Alfonso Coppola

Al Lausitzring Alfonso Coppola si prende la sua seconda pole position stagionale battendo Mika Pérez. Giuseppe de Gruttola 4° davanti ad Ana Carrasco.

Commenta per primo!

Proprio quando il pronostico dava favorito per la pole position Mika Pérez è arrivata la zampata di Alfonso Coppola. Il pilota campano del team Yamaha SK Racing si è preso la sua seconda pole position stagionale dopo quella di Donington Park girando nel finale in 1’55.665, tempo che lo ha portato in testa alla classifica rispondendo subito all’1’55.971 fatto segnare poco prima da Pérez.

In una gara che si preannuncia spettacolare e combattuta in puro stile SSP300 Coppola partirà così al palo per la seconda volta in questo 2017 e avrà al suo fianco gli spagnoli Pérez e Marc García (terzo col tempo di 1’56.395). Ottima prestazione anche per il suo compagno di squadra Giuseppe de Gruttola, quarto con un giro in 1’56.962 a precedere Ana Carrasco (1’56.965) e Gabriel Noderer, primo pilota tedesco in classifica grazie al tempo di 1’57.460 fatto segnare con la sua Honda del team Scuderia Maranga Racing .

La terza fila è da dove invece scatterà il leader del campionato Scott Deroue insieme al connazionale Robert Schotman e allo spagnolo Borja Sánchez, qualificatosi nono dopo essere passato per la Superpole 1 insieme all’indonesiano Adrian Rusmiputro. Quest’ultimo scatterà dalla dodicesima casella alle spalle della wildcard locale Tim Georgi e di un Alex Triglia solo 11° (a causa anche di una caduta nei primi minuti) dopo prove libere da assoluto protagonista.

Queste le posizioni da cui partiranno gli altri italiani: 15° Michael Carbonera, 17° Filippo Rovelli, 20° Manuel Bastianelli, 23° Paolo Giacomini, 24° Marco Carusi, 25° Armando Pontone, 26° Edoardo Rovelli, 27° Nicola Settimo. Racchiusi tra la ventottesima e la trentunesima posizione il rientrante Harun Cabuk, il debuttante italoinglese Trystan Finocchiaro, l’italobelga Angelo Licciardi e il figlio d’arte Ruben Doorakkers (scivolato nelle ultime fasi della SP1).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy