Superbike Thai Reiterberger, la stella Althea BMW che fa impazzire il WSBK

Superbike Thai Reiterberger, la stella Althea BMW che fa impazzire il WSBK

Markus Reiterberger grande protagonista di Gara 1 a Buriram: chiude 5° su Althea BMW e fa sognare il motociclismo tedesco.

C’erano già state le prime avvisaglie nei test del novembre scorso a Jerez de la Frontera, ma è questo fine settimana al Chang International Circuit di Buriram (Thailandia) che nel World Superbike è nata una stella. Markus Reiterberger, 22 anni (compiuti mercoledì scorso) di Trostberg promosso a tempo pieno nella serie iridata da BMW Motorrad sotto le insegne del team Althea, ha conquistato un 5° posto in Gara 1 che lascia intendere il suo potenziale velocistico e i propositi ambiziosi per il futuro. Prodotto della casa dell’Elica (dal 2011 è legato alle attività di BMW Motorrad Motorsport), ‘Reiti‘ è già il nome più chiacchierato del circus WSBK: testa giusta, manetta indiscussa ed un potenziale che lo può proiettare ai vertici del Mondiale nei prossimi anni.

PRODOTTO DEL VIVAIO BMW – Classe 1994, la storia di Reiterberger è da raccontare. Dopo aver maturato da giovanissimo i successi nella ADAC MiniBike Cup, superato un biennio di militanza (2007-2008) tra alti e bassi nella Red Bull MotoGP Rookies Cup, nel 2009 l’allora 15enne Markus prese la decisione di passare alle 4 tempi per l’impossibilità di proseguire l’avventura con le moto da Gran Premio. A corto di budget decise di puntare sul monomarca Yamaha R6 Dunlop Cup integrato nel contesto dell’IDM Superbike, laureandosi al secondo tentativo Campione con una vasta serie di successi. Questo adattamento alle 4 tempi convinse alpha Technik ad investire su di lui per un programma pluriennale, rientrando nei progetti futuri BMW. Nel 2011 debutta con risultati altalenanti nella Superstock 1000 FIM Cup, l’anno successivo convince per performance e costanza di rendimento archiviando in crescendo la stagione con il sesto posto finale ed il podio in casa al Nurburgring. Con alpha Technik che accantonò il progetto STK1000, ‘Reiti’ tornò in madrepatria nell’IDM Superbike, sbaragliando la concorrenza al debutto con le SBK: con la S 1000 RR schierata sotto le insegne di Van Zon Remeha BMW conquista il titolo al primo colpo, il tutto da appena 19enne. Con il #1 sul cupolino nel 2014 pagherà lo strapotere Ducati-3C sempre nell’Internationale Deutsche Motorradmeisterschaft (3° alle spalle degli imprendibili Fores e Neukirchner), ma pone le basi per un 2015 da favola: titolo con un bottino di 12 vittorie in 16 gare (!), ruolino di marcia sensazionale e senza precedenti nella storia della categoria.

Markus Reiterberger difende i colori Althea BMW Racing Team
Markus Reiterberger difende i colori Althea BMW Racing Team

AVVEZZO ALLE IMPRESE – Pilota di talento e velocità, ma non solo. ‘Reiti 21‘ è un centauro polivalente, abituato a scrivere imprese inconsuete nel motociclismo negli anni Duemila. Lo testimonia il suo prodigioso ed immediato adattamento ad una specialità come le corse di durata: nel 2014, per valutare il suo potenziale al di fuori del contesto-IDM, BMW decise di spedirlo al team Penz13 per disputare una serie di gare nel Mondiale Endurance. L’approccio, per un comprovato ‘velocista’ come lui, lasciò senza parole anche i ‘decani’ della categoria: alla 8 ore di Oschersleben con una BMW in configurazione Superstock registrò il giro più veloce in assoluto nelle prove, in barba alle missilistiche Formula EWC. Dodici mesi più tardi, questa volta con una S 1000 RR a tutti gli effetti preparata secondo le specifiche della top class, il bis sempre a Oschersleben e poche settimane più tardi al Bol d’Or, con il podio e/o vittoria sfumati in gara non per colpe proprie, bensì per problemi tecnici e, suo malgrado, la scarsa competitività dei suoi compagni di equipaggio.

POTENZIALE ILLIMITATO – Polivalente, veloce e con una maturità sorprendente per un ‘ragazzino’ di soli 22 anni, Markus stupisce soprattutto per il repentino adattamento ad ogni situazione. Nell’IDM 2013 ci ha messo poche gare a spodestare dal trono l’allora Campione in carica e compagno di squadra Erwan Nigon, mentre nell’Endurance non ha mai commesso la benchè minima sbavatura districandosi come un veterano della specialità nelle difficoltose fasi di doppiaggio. L’approdo al Mondiale, reso possibile grazie a BMW ed al team Althea di Genesio Bevilacqua, è stata una logica conseguenza di questo suo percorso di crescita definito da BMW Motorrad Motorsport, seguito passo-dopo-passo dall’ex pilota oggi suo mentore Werner Daemen. Dopo positive wild card (exploit non di poco conto lo scorso anno tra Misano e Magny-Cours), la nuova speranza del motociclismo tedesco stupì tutti per il miglior tempo nei Test di Jerez dello scorso mese di novembre, viatico per ottenere oggi a Buriram una sensazionale top-5 di Gara 1.

Super 5° posto in Gara 1 a Buriram
Super 5° posto in Gara 1 a Buriram

NEL MONDIALE E’ GIA’ UNA REALTA’ – Di fatto sì, Markus Reiterberger può legittimamente rientrare tra le note positive di questo primo scorcio di campionato. In cerca sempre di nuovi volti, il Mondiale Superbike ha trovato una nuova stella su cui costruire il futuro ed un ritorno in grande-stile in Germania. D’altronde il prossimo mese di settembre si correrà al Lausitzring, tracciato dove ‘Reiti 21‘ vanta un palmares sensazionale…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy