Superbike Portimao: Si sveglia la Ducati, Chaz Davies 1° nel warm up

Superbike Portimao: Si sveglia la Ducati, Chaz Davies 1° nel warm up

Lampo del gallese nel riscaldamento, Rea è incollato. Le Honda sempre più a picco: ultime.

Commenta per primo!
Chaz Davies in pista a Portimao

Superbike a Portimao:  la Ducati si è svegliata bene con Chaz Davies autore del miglior crono nel warm up in 1’42″396. Il gallese precede di due decimi il solito Jonathan Rea.

NOVITA’ – A differenza di gara 1 per la rivincita Chaz avrà la possibilità di partire accanto a Jonathan Rea, entrambi sono retrocessi  in terza fila dalla famigerata norma “salva spettacolo”. Che non salva un bel niente, perchè Kawasaki e Ducati nel frattempo hanno sviluppato fantastici sistemi di partenza assistita. Per cui la solita domanda è: quanti giri (o curve?) impiegheranno Chaz e Jonathan a farsi largo nel gruppo? “Non è solo elettronica, ci vuole occhio a partire in mezzo al branco” spiega il campione del Mondo. “Scattare lì in mezzo è come la partenza nel motocross: serve studiare una linea ideale per evitare gli avversari e non avere tanti scrupoli…” Rea è un grandissimo appassionato di MXGP e, con la moto da cross, se la cava affatto male.

APRILIA CI SEI? – Eugene Laverty ha riportato la RSV4 al vertice, ma sul giro secco la prestazione non manca, è la consistenza in gara che tradisce ogni volta. Vedremo stavolta se l’Aprilia avrà trovato la soluzione al rapido consumo delle gomme. Si conferma ad altissimi livelli anche la MV Agusta con il quarto posto di un fantastico Leon Camier.Il britannico partirà in pole, un bel riconoscimento per gli sforzi che la Marca varesina (o meglio: la squadra corse, che un’entità diversa…) sta profondendo.  Bene anche Jordi Torres, che sembra aver preso le misure con questo tracciato per lui poco amico.

I TEMPI DEL WARM UP: 1. Davies (GB-Ducati) 1’42″396; 2. Rea (GB-Kawasaki) 1’42″560; 3. Laverty (Irl-Aprilia) 1’42″730; 4. Camier (GB-MV Agusta) 1’42″730; 5. Torres (Spa-BMW) 1’42″895; 6. van der Mark (Ola-Yamaha) 1’42″918; 7. Lowes Alex (GB-Yamaha) 1’42″924; 8. Melandri (Ita-Ducati) 1’43″445; 9. Mercado (Arg-Aprilia) 1’43″674; 10. Savadori (Ita-Aprilia) 1’43″683; 11. Fores (Spa-Ducati) 1’43″845; 12. De Rosa (Ita-BMW) 1’44″071; 13. Ramos (Spa-Kawasaki) 1’44″235; 14. West (Aus-Kawasaki) 1’44″425; 15. Badovini (Ita-Kawasaki) 1’44″835; 16. Russo (Ita-Kawasaki) 1’44″946; 17. Jezek (Cze-Kawasaki) 1’44″971; 18. Andreozzi (Ita-Yamaha) 1’45″427; 19. Takahashi (Gia-Honda) 1’45″519; 20. Bradl (Ger-Honda) 1’45″549.

Superbike Portimao Gara 1 Cronaca e classifiche 

Superbike Le foto del drammatico incidente di Tom Sykes

Foto: Diego De Col

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy