Superbike Jerez Gara 2 Chaz Davies-Ducati 9° meraviglia, Rea festa rinviata

Superbike Jerez Gara 2 Chaz Davies-Ducati 9° meraviglia, Rea festa rinviata

La Rossa domina anche la rivincita con lo strepitoso gallese. Jonathan Rea 2° ma non basta: festa Mondiale rinviata al Qatar

Commenta per primo!

Chaz Davies e la Ducati sbaragliano anche gara 2 pareggiando il conto con Jonathan Rea leader del Mondiale nel computo delle vittorie: nove a testa.  Il pupillo Kawasaki è finito secondo davanti a Tom Sykes ma non gli è bastato per chiudere i giochi: tutto rinviato alla finalissima in Qatar, il 29-30 ottobre.

Ma dall’alto dei 48 punti di vantaggio Rea può dormire sonni tranquilli: nel deserto gli basterà chiudere quattordicesimo una delle due manche per festeggiare il secondo titolo iridato di fila. Mentre aspettiamo la (scontata) consacrazione del Cannibale, la Ducati continua a dominare la scena in questo finale di stagione. Chaz Davies ha ribadito la supremazia già espressa in gara 1, anzi stavolta il vantaggio è stato ancora più evidente. Si tratta della terza doppietta per il 29enne britannico, dopo Aragon e Imola, il 18° centro in carriera.  La Ducati festeggia il trionfo numero 327 in Superbike, in 718 gare.

Il duello Rea-Sykes
Il duello Rea-Sykes

Il finale è stato da brividi non solo per la schermaglia tra i due Kawasaki ma soprattutto per la rimonta di Nicky Hayden, americano della Honda arrivato sulla scia di Tom Sykes: se gli fosse riuscito il sorpasso Rea avrebbe vinto il Mondiale per un punto. Invece niente, se ne riparla tra due settimane. Tira un respiro di sollievo anche l’organizzatore: nel giorno del quinto Mondiale di Marc Marquez in MotoGP, il successo di Rea sarebbe passato quasi inosservato. La ribalta del Qatar sarà ben più prestigiosa.

Anche stavolta, come il giorno prima, magrissimo il bilancio dei piloti italiani. Lorenzo Savadori (Aprilia Iodaracing) è finito appena decimo. Peggio ancora Davide Giugliano che con la stessa Panigale del vincitore, ma una spalla dolorante, è sprofondato in tredicesima posizione. Alex De Angelis è caduto a metà distanza, senza danni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy