Tom Sykes e Sylvain Guintoli protagonisti a Jerez

Tom Sykes e Sylvain Guintoli protagonisti a Jerez

Aspettando BMW e Ducati i due comandano a Jerez

Commenta per primo!

Aspettando il confronto diretto limitato nella sola giornata di mercoledì 28 novembre con i piloti di BMW e Ducati, a Jerez de la Frontera è confronto aperto tra Kawasaki e Aprilia. Il secondo giorno di test privati in Andalusia ha visto il vice-Campione del Mondo 2012 Tom Sykes riconfermarsi quale pilota più veloce in pista in 1’41” basso, ma Sylvain Guintoli, designato a sostituire Max Biaggi al team ufficiale Aprilia, è già “in scia”, autore di un significativo 1’41″283 alla prima effettiva presa di contatto con la RSV4 Factory. Impegnato in diverse prove di sviluppo con il pieno supporto dei tecnici di Provec Racing e del reparto corse KHI (Kawasaki Heavy Industries) di Akahashi, Tom Sykes, senza adottare i transponder ufficiali del Circuito de Jerez (pertanto si può parlare esclusivamente di tempi “ufficiosi”), è stato in grado di arrivare ad un significativo 1’41” basso nonostante una scivolata che ha sospeso per pochi minuti il regolare svolgimento delle attività in pista. Con novità in materia di elettronica, motore e sospensioni (Showa o Ohlins per il 2013?), la Kawasaki si conferma sugli scudi avvicinata dai piloti Aprilia a cominciare da Sylvain Guintoli, che in 111 giri percorsi in due giorni è arrivato ad un best time di 1’41″283 lasciando a poco meno di mezzo secondo Eugene Laverty (1’41″762). Inizia così a Noale la nuova “era” post-Max Biaggi, tanto lavoro anche in casa Honda Ten Kate, da oggi in avanti “Pata Honda World Superbike Team”. Leon Haslam, stakanovista in sella alla propria Fireblade (74 giri ieri, 78 oggi), è sceso fino all’1’42″039 lavorando su diverse aree per il 2013. Test più approfonditi invece per Jonathan Rea, alternatosi tra due CBR 1000RR a disposizione (una con la livrea della Fireblade stradale modello 2013, una completamente bianca) con un nuovo impianto di scarico Arrow (provvisorio), forcellone (già provato ad Aragon) e, soprattutto, l’ultimo atteso “step” di elettronica che dovrebbe garantire a Pata Honda l’atteso salto di qualità sul piano prestazionale per il 2013. Prosegue positivamente invece l’affiatamento con la Aprilia RSV4 del Team Red Devils Roma per Michel Fabrizio, autore di un miglior giro personale in 1’42″114 con ampi margini di miglioramento per il prosieguo dei test invernali 2013. Per il pilota capitolino, così come per Aprilia Factory e Kawasaki, ancora una giornata di prove a Jerez, mentre Pata Honda ha concluso le prove in anticipo rimandando il ritorno in pista dopo le sei settimane di contingentamento dei test invernali nel periodo compreso dal 1 dicembre 2012 al 15 gennaio 2013. Superbike World Championship 2013 Test Jerez, Classifica 2° Giorno (Tempi ufficiali) 01- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – 1’41.283 (58 giri) 02- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – 1’41.762 (78 giri) 03- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike – Honda CBR 1000RR – 1’42.039 (78 giri) 04- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike – Honda CBR 1000RR – 1’42.108 (95 giri) 05- Michel Fabrizio – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory – 1’42.114 (62 giri) 06- Alex Hofmann – Aprilia Test Team – Aprilia RSV4 Factory – 1’43.028 (43 giri) Foto: Circuito de Jerez/Rivero

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy