Superbike: terminano con la pioggia i test di Portimao

Superbike: terminano con la pioggia i test di Portimao

Smrz il più veloce in assoluto nei 3 giorni, ottimo Rea

Commenta per primo!

L’ultimo turno dei test ufficiali a Portimao ha confermato il “leitmotiv” di questa trasferta portoghese del circus Superbike, ovvero la pioggia. Giusto per peggiorare ulteriormente le cose, nella sessione pomeridiana sul tracciato dell’Algarve si è abbattuta anche la grandine, costringendo i piloti partecipanti ad una quasi totale attesa all’interno dei box. Pochi coloro che si sono avventurati al di fuori della pit lane, sette in totale, di cui solo due hanno compiuto più di dieci tornate, il “rookie” Maxime Berger (Ducati Supersonic Racing) con 20 e il ceco Jakub Smrz (Ducati Effenberg Liberty Racing) con 16. Il più veloce della sessione è però risultato Noriyuki “Nitronori” Haga (PATA Aprilia Racing Team), con un tempo di 1’53.414.

Per quanto riguarda i tempi collezionati complessivamente nei tre giorni di prove, il più rapido è stato proprio Jakub Smrz, autore di un crono 1’43.503 nella giornata inaugurale di mercoledì. Il pilota di České Budějovice, sempre a suo agio in sella al bicilindrico di Borgo Panigale, appare in gran froma. Quello di “Kuba” è stato sì un giro particolarmente rapido (un secondo e quattro decimi dal record del circuito detenuto da Cal Crutchlow), ma un altro è stato il vero protagonista di questi test, ed il suo nome è Jonathan Rea (Castrol Honda Ten Kate).

Il pilota di Ballymena si è dimostrato costantemente veloce in ogni condizione meteorologica, ed è apparso molto motivato ed agguerrito sin dall’inizio, quasi come se la nuova celeberrima colorazione della sua CBR 1000RR gli abbia dato una spinta in più a fare bene (della competitività del britannico c’è poco da aggiungere).

Buoni segnali arrivano anche dai piloti Yamaha World Superbike, con un Eugene Laverty in gran spolvero e capace di far segnare ottimi riferimenti cronometrici, ed un Marco Melandri molto volenteroso nell’affrontare queste prove e compiere un buon numero di tornate nonostante la condizione fisica lontana dagli standard ottimali. Buoni progressi anche per il britannico di casa Kawasaki, ovvero Tom Sykes. “The Grinner” ha fatto vedere dei buoni passi avanti assieme alla ZX-10R gestita dal team di Paul Bird e, complice il mezzo servizio di un rientrante Joan Lascorz e l’assenza dell’australiano Chris Vermeulen, continua a portare avanti lo sviluppo della quattro cilindri di Akashi.

Per quanto concerne il team Aprilia Alitalia, si dovrà attendere i prossimi test per poter valutare appieno il livello raggiunto dalla RSV4 1000 Factory guidata da Max Biaggi e Leon Camier. Complice il meteo e l’assenza del romano nella giornata di giovedì, a causa della dovuta partecipazione alla convention del gruppo Piaggio a Montecarlo, sono state poche le tornate effettuate dal “Corsaro”. Tanto impegno invece per Haga, autore di ben 100 giri in sella alla Aprilia portata in pista dalla squadra PATA Racing gestita da Daniele Carli.

Menzionando gli altri piloti italiani in pista, Michel Fabrizio (escluse le due scivolate di ieri), è sembrato molto a suo agio con la “Gixxer” del team Alstare, invece Ayrton Badovini (BMW Motorrad Italia) ha girato a lungo in pista evidenziando numerosi miglioramenti con il trascorrere dei turni.

Superbike World Championship 2011
Test Infront MotorSports Portimao
Venerdì 28 gennnaio, I tempi della 2° sessione

01- Noriyuki Haga – Pata Racing Team Aprilia – Aprilia RSV4 Factory – 1’53.414
02- Eugene Laverty – Yamaha World Superbike Team – Yamaha YZF R1 – + 0.716
03- Maxime Berger – Supersonic Racing Team – Ducati 1198 – + 2.219
04- Jakub Smrz – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198 – + 3.157
05- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia – BMW S1000RR – + 6.038
06- James Toseland – BMW Motorrad Italia – BMW S1000RR – + 6.817
07- Marco Melandri – Yamaha World Superbike Team – Yamaha YZF R1 – + 13.181

I tempi complessivi dei 3 giorni

01- Jakub Smrz – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198 – 1’43.503
02- Jonathan Rea – Castrol Honda – Honda CBR 1000RR – + 0.173
03- Eugene Laverty – Yamaha World Superbike Team – Yamaha YZF R1 – + 0.204
04- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.267
05- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 – + 0.286
06- Max Biaggi – Aprilia Alitalia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.337
07- Michel Fabrizio – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.376
08- Sylvain Guintoli – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198 – + 0.866
09- Leon Camier – Aprilia Alitalia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.943
10- Joan Lascorz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 1.249
11- James Toseland – BMW Motorrad Italia – BMW S1000RR – + 1.261
12- Noriyuki Haga – Pata Racing Team Aprilia – Aprilia RSV4 Factory – + 1.354
13- Ruben Xaus – Castrol Honda – Honda CBR 1000RR – + 1.382
14- Maxime Berger – Supersonic Racing Team – Ducati 1198 – + 1.383
15- Marco Melandri – Yamaha World Superbike Team – Yamaha YZF R1 – + 1.958
16- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia – BMW S1000RR – + 2.175

Valerio Piccini

Servizio Fotografico Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy