Superbike: respinto il ricorso Aprilia per il podio di Monza Gara 2

Superbike: respinto il ricorso Aprilia per il podio di Monza Gara 2

Sykes resta al terzo posto, classifica immutata

Commenta per primo!

Dopo cinque mesi, finalmente è arrivato il verdetto del CDI (International Disciplinary Court) della FIM in merito all’appello presentato dall’Aprilia Racing Team al seguito dell’epilogo di Gara 2 a Monza. Doveroso in questi casi un riassunto delle “puntate precedenti”: nel corso dell’ultimo giro di Gara 2 a Monza Tom Sykes aveva concretizzato il sorpasso su Sylvain Guintoli per il terzo posto all’ingresso della “Variante della Roggia”, tagliando successivamente la chicane.

In un primo momento il vice-Campione del Mondo in carica era stato penalizzato a favore di Guintoli, successivamente, in tarda serata, al portacolori del Kawasaki Racing Team era stato restituito il terzo posto.

Da qui è stato formalizzato presso gli organi competenti FIM il ricorso dell’Aprilia Racing Team, respinto ufficialmente oggi (venerdì 13 settembre) dalla Corte Disciplinare Internazionale.

Il CDI il 16 luglio scorso in un’audizione ha sentito le ragioni espresse dai rappresentanti dell’Aprilia Racing Team e dello stesso Sylvain Guintoli, con il Giudice Unico Jan Stovicek che ha deciso di riconfermare l’ordine d’arrivo con Tom Sykes 3° ed il pilota francese 4° con questa motivazione.

Il CDI ha osservato che non vi è stata infrazione del regolamento sportivo FIM del Mondiale Superbike da parte del pilota Tom Sykes: al momento del taglio della variante ha rispettato il percorso indicato dai commissari tornando in pista al posto definito“.

Con il ricorso Aprilia respinto dal CDI della FIM, resta pertanto invariata la classifica di campionato con Tom Sykes leader con 1 punto di vantaggio rispetto a Sylvain Guintoli.

Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy