Superbike Monza Superpole: Biaggi ottiene pole e nuovo record

Superbike Monza Superpole: Biaggi ottiene pole e nuovo record

Eugene Laverty, Jonathan Rea e Troy Corser in prima fila

Commenta per primo!

Il pilota di casa Max Biaggi ottiene la prima casella dello schieramento per le due gare di domani, grazie ad una sessione di Superpole letteralmente dominata. Il pilota romano è riuscito inoltre a far segnare il nuovo record del circuito in 1’42″953 (204.405 km/h di media), dopo averlo già abbassato poco nel secondo turno di prove libere, risultando inavvicinabile per gli avversari. Secondo classificato è Eugene Laverty, che assieme a Jonathan Rea e Troy Corser completano la prima fila dello schieramento.

Dietro di loro partiranno in ordine Marco Melandri (Yamaha World Superbike), Leon Haslam (BMW Motorrad Motorsport), Michel Fabrizio (Suzuki Alstare) e Noriyuki Haga (PATA Aprilia Racing). Dopo i segnali negativi delle sessioni precedenti, si ripete l’incubo per il capo classifica del mondiale Carlos Checa (Ducati Althea Racing), il quale non riesce ad entrare a far parte della Superpole 3, chiudendo solo con l’undicesimo posto.

Superpole 1 – Max Biaggi 1’42.137

Scende in pista prima di tutti Max Biaggi, reduce dal miglior tempo delle libere. Il primo ad ottenere un tempo interessante è Eugene Laverty, girando sul tempo di 1’42.6, ma il campione del mondo abbassa poco dopo il riferimento di mezzo secondo, riavvicinandosi nuovamente al record della pista fatto segnare nel turno precedente (solo sedici millesimi più lento). Il compagno di squadra Leon Camier, a rischio esclusione, opta per la gomma da qualifica, Carlos Checa fa lo stesso. Lo spagnolo prova a fare il tempo, ma va lungo alla “Variante della Roggia”. “Shafter” riesce a risalire in classifica e lo stesso fa Michel Fabrizio, che si piazza momentaneamente in terza posizione. Il turno si conclude con il miglior riferimento per Max Biaggi, seguito da Leon Haslam, Michel Fabrizio e Leon Camier. Si qualifica per rotto della cuffia Carlos Checa, dodicesimo, mentre restano fuori dal secondo turno i due piloti ufficiali Kawasaki Joan Lascorz e Tom Sykes, assieme a Jakub Smrz (Ducati Effenbert Liberty Racing) e Maxime Berger (Ducati Supersonic Racing).

Superpole 2 – Marco Melandri 1’42 201

Parte bene Biaggi, che fa segnare un 1’42.7 con gomma da gara, superato poco dopo da Jonathan Rea con pneumatico da qualifica. Stessa scelta per i due piloti Yamaha vanno, con Marco Melandri e Eugene Laverty che si piazzano nelle prime due posizioni. A quattro minuti dalla fine, anche Biaggi di puntare sulla gomma da qualifica, nonostante il terzo tempo provvisorio. Fatica Carlos Checa, che non riesce ad inserirsi nei primi 8, a soli due minuti dalla fine del secondo mini-turno. Grazie ad un ottimo giro finale, Leon Haslam riesce a rientrare nei primi otto dopo aver rischiato l’eliminazione. Giro più veloce quindi per Marco Melandri, seguito dal compagno di squadra Eugene Laverty, da Max Biaggi e Jonathan Rea. Esclusi in ordine Ayrton Badovini (BMW Motorrad Italia), Leon Camier (Aprilia Alitalia), Carlos Checa (Ducati Althea Racing) e Sylvain Guintoli (Ducati Effenbert Liberty Racing).

Superpole 3 – Max Biaggi 1’41.745

Il pilota di riferimento in pista resta Max Biaggi, che guida con un’aggressività inaspettata, facendo segnare un primo riferimento di 1’42.3. Veloci le ancora YZF-R1, che insidiano il primato del campione in carica soprattutto con Eugene Laverty, mentre Marco Melandri perde molto nella seconda parte della pista. Leon Haslam prova ad ottenere la prima fila, senza riuscirci. Il “Corsaro”, non contento, mostra i muscoli con la gomma da tempo, facendo segnare il nuovo record della pista e scendendo sotto il muro del minuto e quarantadue secondi, vincendo con margine questa Superpole. Tra i primi quattro troviamo inoltre Eugene Laverty, Jonathan Rea e Troy Corser.

Superbike World Championship 2011
Monza, Classifica Superpole (SP3)

01- Max Biaggi – Aprilia Alitalia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – 1’41.745
02- Eugene Laverty – Yamaha World Superbike Team – Yamaha YZF R1 – + 0.648
03- Jonathan Rea – Castrol Honda – Honda CBR 1000RR – + 0.869
04- Troy Corser – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 0.943
05- Marco Melandri – Yamaha World Superbike Team – Yamaha YZF R1 – + 0.969
06- Leon Haslam – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 0.978
07- Michel Fabrizio – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.209
08- Noriyuki Haga – Pata Racing Team Aprilia – Aprilia RSV4 Factory – + 1.298

La Griglia di Partenza

09- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia – BMW S1000RR
10- Leon Camier – Aprilia Alitalia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory
11- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198
12- Sylvain Guintoli – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198
13- Joan Lascorz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R
14- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R
15- Jakub Smrz – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198
16- Maxime Berger – Supersonic Racing Team – Ducati 1198
17- Ruben Xaus – Castrol Honda – Honda CBR 1000RR
18- Roberto Rolfo – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R
19- Mark Aitchison – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R
20- Fabrizio Lai – Echo Sport Racing Company – Honda CBR 1000RR

Valerio Piccini

Servizio Fotografico Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy