Superbike Istanbul Qualifiche 2: pioggia, classifica invariata

Superbike Istanbul Qualifiche 2: pioggia, classifica invariata

Nessuna Ducati qualificatasi per la Superpole

Commenta per primo!

Quattro piloti già fuori gioco (cinque complessivamente infortunati), soltanto 16 “superstiti” accolti da una pista sporca dopo un biennio di totale assenza dal Motorsport che conta. Mancava qualcosa? Manco a dirlo, la pioggia. Anche in Turchia all’Intercity Istanbul Park il Mondiale Superbike ha visto le bizze del meteo bagnare la pista nella nottata e, soprattutto, nella seconda e decisiva sessione di qualifiche ufficiali per decretare i 15 piloti ammessi all’odierna Superpole in programma a partire dalle 14:00 locali (le 13:00 italiane). Pochi sono stati i piloti a scender in pista (sei in tutto: la wild card Yunus Ercelik, alla spicciolata nel finale Michel Fabrizio, Tom Sykes, Eugene Laverty, il “rookie” di lusso Toni Elias e Davide Giugliano) con la graduatoria dei tempi del venerdì di conseguenza immutata con Sylvain Guintoli leader in 1’56″190 a precedere Marco Melandri, Eugene Laverty e Tom Sykes, quarto e primo tra i piloti all’esordio sull’ex Otodrom.

Mentre i piloti scesi in pista hanno effettuato prove di pit-stop nell’eventualità di una gara “flag to flag”, scorrendo la classifica risultano sorprendentemente qualificate alla Superpole le due wild card locali Tolga Uprak (Kawasaki Ninja ZX-10R del CMS Eypbike Racing Team) e Yunus Ercelik (BMW S1000RR iscrtta dal Sampiyon 169 Team) estromettendo di fatto Ayrton Badovini, l’unico tra i cinque piloti infortunati potenzialmente in grado di tornare in sella, ma non sceso in pista nella mattinata al fine di non rischiare dopo lo stiramento dei legamenti ed un ematoma della caviglia sinistra rimediati ieri a seguito del brutto volo nel corso dell’inaugurale sessione di prove libere.

Con “Speedy Ayrton” che spera di tornare al più presto in pista, clamorosamente per la prima volta nella storia del Mondiale Superbike non ci sono Ducati qualificate per la Superpole complice il doppio-forfait di Carlos Checa (contusione al torace e frattura dello scafoide del polso sinistro) e Max Neukirchner (frattura al quarto e quinto metacarpo della mano destra) in una lista di infortunati completata da Leon Camier (frattura in 7 punti del piede destro, già sotto i ferri ieri sera) e da Loris Baz, costretto alla resa ancor prima di scender in pista per la botta subita due settimane or sono al Nurburgring.

eni FIM Superbike World Championship 2013
Intercity Istanbul Park, Classifica Combinata Qualifiche

01- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – 1’56.190
02- Marco Melandri – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR – + 0.559
03- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.759
04- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.980
05- Toni Elias – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory – + 1.016
06- Jules Cluzel – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.032
07- Chaz Davies – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR – + 1.201
08- Davide Giugliano – Althea Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 1.459
09- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 1.509
10- Michel Fabrizio – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 2.150
11- Mark Aitchison – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 2.398
12- Federico Sandi – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 2.627
13- Vittorio Iannuzzo – Grillini Dentalmatic SBK – BMW S1000RR – + 4.754
14- Tolga Uprak – CMS Eypbike Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 6.818
15- Yunus Ercelik – Sampiyon 169 Team – BMW S1000RR – + 8.041

Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy