Superbike Assen Qualifiche 1: Sykes sotto il diluvio

Superbike Assen Qualifiche 1: Sykes sotto il diluvio

Leader davanti a Guintoli, fuori gioco Haslam

Commenta per primo!

Costretto ad inseguire in campionato, Tom Sykes al TT Circuit Van Drenthe di Assen è partito a spron battuto nell’inaugurale giornata di prove del venerdì condizionata dalla pioggia. Sotto il diluvio il vice-Campione del Mondo in carica ha primeggiato tanto nelle libere della mattinata, quanto nella prima sessione di qualifiche ufficiali del pomeriggio, capace di ritoccare allo scadere il suo stesso miglior riferimento cronometrico in 1’57″190, sufficiente per distanziare di 1″6 (!) il capo-classifica di campionato Sylvain Guintoli, suo più diretto (considerato lo svantaggio, si fa per dire..) inseguitore.

“The Grinner” è così il grande protagonista del venerdì all’Università del Motociclismo, una giornata che ha proposto nel finale anche Eugene Laverty (3°) nelle posizioni che contano con la seconda Aprilia RSV4 ufficiali, seguito dal trio tutto italiano formato da Marco Melandri (4°), Davide Giugliano (5°) ed Ayrton Badovini, sesto con la prima Ducati 1199 Panigale R del Team Alstare pur scontando nel finale una scivolata.

Distacchi superiori ai 3″ dalla settima posizione in giù con Jonathan Rea che precede Jules Cluzel, Carlos Checa (9° a 4″5) e Leon Camier, sceso in pista nonostante l’infortunio rimediato ad Aragon. Se l’ex Campione del British Superbike è intenzionato a provarci anche domani in vista della Superpole, è stato costretto alla resa anticipata Leon Haslam, caduto questa mattinata negli istanti conclusivi del turno di prove libere rimediando la frattura della tibia sinistra.

Un brutto colpo per “Pocket Rocket” e per tutto il team Ten Kate Honda sul tracciato di casa, consentendo così di rientrare momentaneamente tra i 15 eletti per la Superpole a Michel Fabrizio (11°), Mark Aitchison (12° con la Ducati 1098R del Team Effenbert-Liberty Racing), il vincitore del Bol d’Or Loris Baz ed il mattatore di Aragon Chaz Davies (14° a seguito di una scivolata) più Alexander Lundh, a sua volta volato a terra senza conseguenze. Chiamati all’impresa domattina Max Neukirchner, Ivan Clementi, Federico Sandi e Vittorio Iannuzzo, meteo permettendo…

eni FIM Superbike World Championship 2013
TT Circuit Van Drenthe Assen, Classifica Qualifiche 1

01- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – 1’57.190
02- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 1.634
03- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 1.878
04- Marco Melandri – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR – + 2.126
05- Davide Giugliano – Althea Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 2.127
06- Ayrton Badovini – Team Ducati Alstare – Ducati 1199 Panigale R – + 2.564
07- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 3.007
08- Jules Cluzel – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 3.363
09- Carlos Checa – Team Ducati Alstare – Ducati 1199 Panigale R – + 4.516
10- Leon Camier – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 4.538
11- Michel Fabrizio – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory – + 4.849
12- Mark Aitchison – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1098R – + 5.495
13- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 5.725
14- Chaz Davies – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR – + 6.194
15- Alexander Lundh – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 7.211
16- Max Neukirchner – MR Racing – Ducati 1199 Panigale R – + 7.392
17- Ivan Clementi – HTM Racing – BMW S1000RR – + 7.659
18- Federico Sandi – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 10.703
19- Vittorio Iannuzzo – Grillini Dentalmatic SBK – BMW S1000RR – + 22.007

Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy